CSI / Per i 65 anni della fondazione il presidente Salvo Raffa tira le somme: “Bilancio più che soddisfacente”

Con la convention di presentazione della stagione sportiva 2015/2016, organizzata presso la parrocchia San Paolo, il comitato CSI- Centro Sportivo Italiano- di Acireale ha ufficialmente dato inizio alle celebrazioni per il 65° anniversario della sua fondazione, risalente al 3 gennaio del 1951. Sessantacinque anni durante i quali l’associazione è cresciuta, supportando le parrocchie e gli oratori nel percorso di guida, educazione ed intrattenimento sportivo dei più giovani, e arrivando oggi a contare ben 3000 tesserati.corretto CSI 1 (1068 x 712) (534 x 356)

“Nel corso di questo nuovo anno associativo vogliamo ricordare e mettere in risalto questa importante ricorrenza” – ha spiegato il presidente Salvatore Raffa – “Tra l’altro il CSI è, a livello nazionale, il più antico ente di promozione sportiva mentre sul territorio diocesano rappresenta l’associazione più grande. Contiamo 50 società sportive e un po’ tutte le parrocchie collaborano o svolgono attività con il nostro comitato. Non parliamo solo di quelle attività legate ai tornei istituzionali di calcio, calcio a cinque e pallavolo, ma anche di tante altre iniziative parrocchiali, giochi di piazza ed eventi. Non dimentichiamo che lo scopo del CSI, nato da una costola dell’Azione Cattolica, è quello di educare attraverso lo sport. La matrice del comitato è una matrice cristiana e noi vogliano collaborare e continuare a creare alleanze con le diverse realtà parrocchiali”.

CSIcorretto 2 (1068 x 712) (534 x 356)Nel corso dell’assemblea i dirigenti delle società sportive, gli allenatori, gli arbitri, gli animatori e alcuni componenti delle diverse squadre, hanno preso visione del calendario del nuovo anno associativo e organizzato dei tavoli tecnici per programmare la preparazione atletica, così da pianificare momenti di sport inteso come festa, gioco ed integrazione, senza però trascurare l’aspetto agonistico, soprattutto alla luce dei successi riscossi nel corso della passata stagione e nell’intento di continuare a tenere alto il livello di preparazione e competitività delle squadre, alcune delle quali giunte, a disputare i campionati nazionali o quelli articolati a livello provinciale e regionale.correttoCSI 3 (1068 x 712) (534 x 356)
A tal proposito Raffa ha spiegato: “Sono circa 30 le parrocchie della nostra diocesi che aderiscono ai nostri progetti. I diversi gruppi sportivi prendono parte ad un torneo inter-parrocchiale, diviso per gironi, uno che coinvolge la zona di Giarre e Riposto e l’altro la zona di Acireale. Parliamo di attività in cui il ruolo degli animatori, degli allenatori e degli arbitri diventa importantissimo perché per fare attività non basta solo la squadra, ma serve una guida. Tante società sportive cercano quindi il supporto e la collaborazione del CSI, ed è una grande soddisfazione constatare i successi del nostro comitato, secondo in Sicilia solo ai 5000 tesserati di Palermo. Negli anni siamo riusciti a crescere e a fare un salto di qualità, riuscendo ad avere anche società sportive ben organizzare e capaci di raggiungere alti livelli e militare nei campionati federativi.”

Monica Trovato