Cultura / Novità e ricordi al 3° Premio letterario e fotografico Acese, che premierà sabato 14 le eccellenze artistiche

Cambio di passo per la terza edizione del Premio letterario e fotografico acese – organizzato dall’associazione culturale ALFA (Accademia Letteraria e Fotografica Acese) presieduta dall’ing. Salvatore Maugeri –, la cui serata finale si svolgerà sabato 14 settembre in piazza Duomo.

Il premio, che fin dall’inizio ha avuto levatura nazionale, ha premiato ogni anno scrittori, poeti e fotografi provenienti da tutte le parti d’Italia e selezionati tramite delle giurie qualificate che hanno scelto i migliori rappresentanti dei vari settori. Quest’anno invece – per volontà dei soci dell’Accademia organizzatrice – si è deciso di premiare dei personaggi-chiave che rappresentano delle eccellenze nel loro settore.

E così per la sezione letteraria (di cui è responsabile la dott.ssa Rita Caramma) sono stati scelti:

  • per la narrativa Marinella Fiume, scrittrice di Fiumefreddo (ma originaria di Noto), docente, sindaco della cittadina ionica per due legislature, fortemente impegnata in campo politico e sociale; è autrice di numerose pubblicazioni e il suo ultimo libro di successo, Ammagatrici, è stato presentato anche ad Acireale;
  • per la poesia Carmela Tuccari, catanese, insegnante in pensione e giornalista (ha collaborato anche con la nostra testata), autrice di varie pubblicazioni di successo e vincitrice di numerosi premi letterari nazionali.

Invece per la sezione fotografica (di cui è responsabile il dott. Carmelo Strano), la scelta è caduta sul fotografo milanese Manuel Scrima, un artista che lavora nel campo della moda e della pubblicità a livello internazionale, ma è impegnato anche in ambito sociale; durante la serata di premiazione mostrerà delle foto e dei video dei suoi reportages (famosi quelli girati in Africa).

La serata di premiazione – coordinata dal regista Marcello Trovato – sarà presentata da Rossella Caramma e Agostino Zumbo, attori di consolidata esperienza: la prima ha partecipato infatti a varie produzioni a carattere nazionale, mentre il secondo ha partecipato anche ad alcuni episodi del famoso “Commissario Montalbano” televisivo.

Piazza Duomo dall’alto, palcoscenico dell’evento

E proprio all’autore del “Commissario Montalbano”, l’impareggiabile Andrea Camilleri – scomparso lo scorso 17 luglio – sarà dedicato nel corso della serata un interessante momento di ricordo, come pure a quello che per vent’anni fu il regista della famosa serie televisiva, Alberto Sironi, anche lui venuto a mancare qualche settimana fa, il 5 agosto scorso. Numerosi saranno quindi gli spunti, i personaggi ed i ricordi che ci riporteranno nell’ambiente dell’arcinoto commissariato di Vigata.

Un altro momento particolare sarà dedicato al ricordo del tragico evento che ha colpito alcune località del comune di Acireale e zone limitrofe nella notte del 26 dicembre 2018, giorno di Santo Stefano, con il terremoto che ha creato gravi danni e lasciato molti senza casa. Saranno presenti i rappresentanti dell’amministrazione locale ed il commissario straordinario nominato per far fronte alle emergenze, il dott. Salvatore Scalia.

Una notazione finale vorremmo dedicare alla locandina dell’evento, che riproduce una parte dell’ingresso in ciottoli colorati, il famoso “ventaglio” simbolo della villa Belvedere, che a sua volta è uno dei simboli della nostra città, anche se negli ultimi anni è stata bistrattata ed è tuttora in parte inagibile. È un elemento, il “ventaglio”, che rivedremo anche nel corso della premiazione: sarà una sorpresa per tutti.

Appuntamento quindi per sabato 14 settembre alle ore 19,30 nello scenario barocco di piazza Duomo, dove è prevista la partecipazione di numerose autorità locali, a cominciare dal sindaco ing. Stefano Alì.

Nino De Maria