Diocesi | A Giarre la festa delle famiglie, il futuro e la speranza dei cristiani

festa famigliaDomenica 5 ottobre –così recita una nota dell’ufficio pastorale della famiglia– presso la struttura sportiva del Palagiarre, si è svolta la terza festa della famiglia.
Era ormai dal 2005 che questa manifestazione non si svolgeva  nella Diocesi di Acireale. Il vescovo Antonino Raspanti e l’Ufficio pastorale della famiglia  hanno pensato di  offrire alla comunità Diocesana la possibilità di riunirsi nella gioia della festa e della condivisione, per discutere su alcuni temi che riguardano la quotidianeità delle famiglia Cristiane. Il titolo della manifestazione in linea con l’argomento appena citato era Famiglia Cristiana: futuro e Speranza, per sottolineare la forza della Speranza che accompagna ed aiuta lo svolgersi della vita di tutti i giorni delle famiglie Cristiane.
La famiglia moderna che da sempre viene da Dio, trae origine dal Sacramento del matrimonio che lega nell’amore un uomo ed una donna, ma le incertezze del momento storico fatto di crisi economica e di valori tenta di ledere questo legame e con esso la speranza di un futuro migliore per la famiglia.
La giornata ricca di eventi ed emozioni è iniziata alle ore nove con l’accoglienza alle famiglie da parte dei Direttori della Pastorale della Famiglia della Diocesi di Acireale: Padre Antonio Pennisi ed i coniugi Santa e Salvo Calabrese, che hanno ceduto la parola alle ore 10.30 al Dottore Sebastiano Fascetta collaboratore di Salvatore Martinez che ha tenuto un momento di catechesi sul tema già citato. La sua relazione è riuscita ad arrivare ad ogni partecipante alla giornata grazie all’esposizione semplice e molto concreta che ha da sempre caratterizzato lo stile del dottor Fascetta, la platea partecipa alla conclusione dello stesso con un lungo applauso accompagnando nel contempo l’ingresso del Vescovo sua Eccellenza Antonino Raspanti. Conclusasi la catechesi infatti ha avuto inizio la celebrazione della Santa messa presieduta dal Vescovo di Acireale. Durante l’omelia –continua la nota inviataci dall’ufficio pastorale della famiglia– questi ha continua a sottolineare l’importanza della famiglia sia nella vita ecclesiale  sia in quella sociale , concludendo che essa è la base principale della società da cui scaturisce il bene per la collettività, parole certamente ispirate anche dall’insegnamento del nostro Papa Francesco che nello stesso frangente si era riunito in Sinodo a Roma per affrontare le stesse tematiche sociali. Una gradita sorpresa per i convenuti è stato il messaggio audio-visivo di sua Eccellenza Monsignor Paglia presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia il quale ha elogiato l’iniziativa porgendo i suoi saluti a tutte le famiglie della Diocesi.
Alle 13.30 ha avuto luogo un altro momento di condivisione cioè quello del pranzo, che si è manifestato un momento importante non solo per la spensieratezza ma soprattutto per la fraternità tra diversi gruppi familiari provenienti da territori più o meno lontani che durante questi momenti hanno anche avuto modo di confrontarsi sui temi di cui si era dibattuto la mattina.
Alle 15.00 i bambini ed i genitori si sono riuniti per la parte conclusiva della giornata, i primi insieme agli animatori del CORDA hanno dato luogo ad alcune scenette a tema che avevano preparato insieme a giochi e balli durante la mattina.
Il pomeriggio è continuato con musica e balli realizzati dai ragazzi della Pastorale Giovanile e dai gruppi musicali giovanili coordinati da Padre Stefano Panebianco dell’ Associazione Beata Chiara Luce e dell’ Associazione Note di Luce. La festa si è conclusa con l’esibizione del gruppo musicale Free Sound vincitore dell’ultima edizione della festa dei giovani ovvero la Love Revolution.
Il direttivo della Pastorale Familiare coglie inoltre quest’occasione per dare un appuntamento alle famiglie presenti e non alla prossima edizione della Festa delle Famiglie.

Please follow and like us:
Posted by on 14 ottobre 2014. Filed under Chiesa,Cronaca,Giarre,In evidenza,Società,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
29 − 22 =