Diocesi / Don Daniele Raciti: “L’Istituto Sant’Agostino presidio di formazione teologica e non solo”

Il 9 settembre 1986, in seguito al riconoscimento della Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana “ad triennium et ad experimentum”, è stato istituito nella Diocesi di Acireale l’Istituto di Scienze Religiose “S. Agostino”. Tale riconoscimento è stato confermato il 16 luglio 1990 e, per ultimo, a tempo indeterminato il 10 luglio 1993.

In seguito al “Progetto di riordino della formazione teologica in Italia”  l’ISSR “S. Agostino” ha cessato i suoi corsi accademici, estinguendosi del tutto nel 2008. Ciò nonostante, benché senza finalità accademiche e secondo le modalità più opportune, ha continuato a prestare il suo servizio per la formazione teologica e catechetica di tanti operatori pastorali, grazie anche alla coordinazione con diversi Uffici diocesani.

Nel 2013 è nata ad experimentum, nei locali della Parrocchia “Gesù e Maria” in S. Antonino di Mascali, la Scuola Teologica di Base “S. Antonio di Padova”, con formazione triennale e, dato il gran numero di iscritti, nel 2014 si è aperta l’altra sede ad Acireale “S. Agostino d’Ippona”.

Ultimamente, volendo dare forma istituzionale alle iniziative degli Uffici diocesani e ai percorsi teologici di detta scuola, soprattutto per consentire ai laici  una conveniente formazione nelle scienze sacre come previsto nella Gaudium et spes e nello stesso Codice di Diritto Canonico,  è stata costituita la “Scuola di Formazione Teologica” che prevede un percorso non accademico e la cui responsabilità spetta unicamente alla Diocesi:  ecco allora che mons. Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale, ha eretto l’Istituto Diocesano di Teologia “S. Agostino” con decreto del 28 dicembre 2015.

L’istituto da circa otto anni è diretto da don Daniele Raciti, già vicario al duomo di Mascali e a quello di Giarre, parroco prima a S. Antonino e S. Venera di Mascali ed attualmente a Maria SS. del Carmelo in Riposto, col dottorato in Sacra Teologia conseguito all’università Lateranense di Roma ed un master in Bioetica e sessuologia all’istituto S. Tommaso di Messina.

L’Istituto S. Agostino di Acireale si è sempre contraddistinto per la qualità della proposta didattica e per la profondità della ricerca teologica ed ha costituito per la nostra diocesi un’importante istituzione pienamente inserita nella vita ecclesiale e utile strumento di formazione per coloro che si preparavano ad assumere ministeri, per i religiosi non sacerdoti e le religiose, per gli insegnati di religione, per gli operatori pastorali e per i laici che volevano approfondire la conoscenza delle verità cristiane”, ci dichiara don Daniele.

Il 2 settembre saranno aperte le iscrizioni all’anno accademico 2019/20 – prosegue il direttore – con un corso, voluto  dal vescovo mons. Raspanti, avente la durata di due anni con le finalità di formare fedeli, laici e religiosi in ordine all’arricchimento della propria vita cristiana; promuovere e approfondire con metodo scientifico la conoscenza e lo stadio della dottrina cattolica; curare la formazione teologica degli operatori pastorali; cooperare all’aggiornamento degli insegnanti di religione cattolica. A partire dal secondo anno di frequenza, gli iscritti potranno scegliere di seguire il corso per accoliti o per lettori”.

Ciliegina sulla torta, le lezioni,  che inizieranno ad ottobre e si terranno ad Acireale nella sede dell’Istituto “Sant’Agostino” in via S. Martino 2,  saranno arricchite anche dalla collaborazione dell’Istituto con l’associazione “Scienza & vita”, sempre preziosa nelle sue proposte di formazione umana e cristiana.  

Mario Vitale