Diocesi / Programma di incontri pubblici dell’Ufficio per la Cultura e la Scuola per il 2014-15

L’Ufficio diocesano per la Pastorale della Cultura e della Scuola ha elaborato un intenso programma per l’anno 2014-2015  tenendo conto soprattutto del tema del Convegno delle Chiese d’Italia “In Gesù il nuovo umanesimo”, che si svolgerà a Firenze dal 9 al 13 novembre 2015 e delle problematiche più avvertite in questo particolare momento storico. Il 28 novembre di quest’anno è stata prevista una tavola rotonda sul saggio dello psicanalista lacaniano Massimo Recalcati “Il complesso di Telemaco – Genitori e figli dopo il tramonto del padre” perché, come scrive lo stesso Recalcati “nel nostro tempo nessuno sembra più tornare dal mare (come Ulisse) per riportare la Legge sull’isola devastata dal godimento mortale dei Proci …. Eppure è ancora possibile, nell’epoca dell’evaporazione del padre, un’eredità autenticamente generativa. Telemaco ci indica la nuova direzione verso cui guardare, perché Telemaco è la figura del giusto erede …”.  Parteciperanno alla tavola rotonda, che avrà luogo nell’aula magna del Liceo Scientifico “Archimede” di Acireale alle ore 11,15 (ad ingresso libero) e alle ore 17,30 nella parrocchia San Mauro Abate di Acicastello, Tonino Solarino, psicoterapeuta e docente di psicologia generale e della religione nell’Istituto Teologico “San Giovanni Battista” di Ragusa, Giuseppe Savagnone, formatore e pubblicista, direttore dell’Ufficio Cultura della Diocesi di Palermo, Salvatore Cacciola, sociologo dirigente ASP Catania. Il secondo appuntamento è previsto per mercoledì 10 dicembre prossimo alle ore 16,15 ad Acireale nella sala conferenze del Credito Siciliano di via Sclafani. La psicologa e psicoterapeuta Chiara D’Urbano dell’Istituto di Terapia Cognitivo Interpersonale di Roma, diretto dal prof. Tonino Cantelmi dell’Università LUMSA, affronterà una tematica che ultimamente è stata ed è oggetto di dibattiti, spesso ideologici, e che merita una trattazione scientificamente fondata  al di fuori di posizioni preconcette: “”Che cosa è femminile, che cosa è maschile? Identità di genere e modelli educativi”. Il crescere nell’identità di genere, infatti, è una delle emergenze in ambito educativo che chiamano in causa la famiglia, la scuola e l’istruzione in genere. Il venerdì 16 gennaio 2015, nell’aula magna del Liceo Scientifico “Archimede”, che ha condiviso anche questa iniziativa, sarà affrontato dal prof. Francesco Barbagallo, professore ordinario di Storia contemporanea nell’Università “Federico II” di Napoli e direttore della rivista “Studi storici”, il tema delle ragioni dell’insufficiente sviluppo del Mezzogiorno d’Italia, con particolare attenzione alla strutturazione civile e produttiva delle diverse  realtà del Sud, alla crisi perdurante e alla “fuga” dei giovani, alla mancata valorizzazione del ruolo strategico nell’ambito del Mediterraneo. Alcuni interventi programmati focalizzeranno la presenza della Chiesa nel meridione e come essa possa contribuire al progresso civile e sociale delle nostre comunità. Per il 26 febbraio è stato programmato un incontro, che molto probabilmente avrà luogo a Giarre (terremo informati i lettori) sul tema “Abitare lo spazio della fragilità. Oltre la cultura dell’homo infirmus”. Il messaggio che viene trasmesso fin dalla più tenera età è che siamo troppo fragili per affrontare le difficoltà della vita e che è possibile al massimo limitare i danni, facendosi curare. E’ il paradosso del salutismo, che ha creato nuove forme di dipendenza: più ci si sottopone a cure e controlli, peggio si continua a stare. Relatori saranno il gesuita prof. Giovanni Cucci dell’Università Gregoriana di Roma, e il prof. Vittore Mariani, docente di Pedagogia speciale nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nei giorni 16 e 17 marzo, in collaborazione con l’Ufficio Vocazionale, sarà ripreso il discorso dell’identità di genere con il dott. Marco Scicchitano, psicologo e psicoterapeuta, ricercatore clinico presso l’Istituto Terapia Cognitivo Interpersonale di Roma, nel pomeriggio del 16 marzo per i gruppi vocazionali , gli educatori e il pubblico interessato, il 17 mattina con i sacerdoti della Diocesi, ambedue  nei locali del seminario vescovile. Infine, in collaborazione con l’Istituto Toniolo e l’Università Cattolica del Sacro Cuore, nel corso di un convegno previsto per venerdì 14 aprile saranno presentati i dati del Rapporto Giovani 2014, indagine svolta su un campione di 9.000 giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, con lo scopo di offrire una lettura scientifica e affidabile dell’universo giovanile italiano. Relazionerà la prof.ssa Paola Bignardi, già presidente dell’Azione Cattolica Italiana (dal 1999 al 2005), coordinatrice del Forum Internazionale dell’Azione Cattolica e dell’associazione “Retinopera”.  Alcuni interventi programmati focalizzeranno l’attenzione sui dati riguardanti la Sicilia. Tutte le attività sono state presentate al vescovo mons. Antonino Raspanti, che le ha condivise e cercherà di presenziare ad alcuni incontri portando il suo contributo alla riflessione  sugli importanti temi  che verranno affrontati.

Giovanni Vecchio – responsabile dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della Cultura e della Scuola .

Please follow and like us:
Posted by on 26 novembre 2014. Filed under Appuntamenti,Chiesa,Cultura,Scuola,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
21 ⁄ 1 =