Diocesi / Riposto festeggia dal 21 giugno il patrono S. Pietro e i 150 anni di erezione della Matrice

La comunità parrocchiale di Riposto si accinge a celebrare la Festa del Patrono della Città, San Pietro, rinnovando una tradizione di fede e devozione.
I festeggiamenti inizieranno con un appuntamento molto importante e atteso già dall’anno scorso quando, il 2 dicembre 2018, mons. Paolo Urso aprì il Giubileo parrocchiale. Infatti, venerdì 21 giugno alle ore 19 ,il vescovo della diocesi di Acireale mons. Antonino Raspanti ricorderà, con la celebrazione del solenne Pontificale, i 150 anni di erezione della parrocchia Matrice di Riposto, avvenuta appunto il 21 giugno 1869. Parteciperanno il clero e le autorità civili e militari. Mons. Raspanti ringraziando il Signore, insieme alla comunità parrocchiale e cittadina, per i benefici ottenuti, impartirà, per speciale concessione del Santo Padre Papa Francesco, la benedizione papale con annessa indulgenza plenaria. In questa occasione, data l’eccezionalità dell’evento, il simulacro di San Pietro, rimarrà intronizzato sull’altare maggiore della Basilica dal 21 al 29 giugno.
Dal 25 al 27 giugno si svolgerà il triduo di preparazione alla festa predicato da don Venerando Licciardello parroco della chiesa “Immacolata Concezione” di Cannizzaro.
In occasione dell’evento del 21 giugno, mercoledì 26, alle 19.45, si terrà la conferenza sul tema: “Centocinquant’anni di vita parrocchiale” Relazionerà il vicario generale della diocesi di Acireale, Mons. Giovanni Mammino.
Venerdì 28 giugno vigilia della festa e solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù i fedeli si soffermeranno sul senso delle tradizioni e della fede, nel contesto del 106° anniversario della dedicazione della Basilica.
La sera, dopo l’omaggio floreale del sindaco a San Pietro, ci sarà la solenne celebrazione eucaristica in onore del Sacro Cuore di Gesù e la recita della preghiera di Riparazione con le litanie al Sacro Cuore.
Al termine, si porterà in processione la Reliquia del Santo Patrono sino a Piazza del Commercio dove verrà impartita la benedizione al mare.
La Messa Pontificale del 29 giugno, centro di tutta la festa di san Pietro, sarà presieduta dal  cardinale Paolo Romeo, arcivescovo emerito di Palermo, con la partecipazione del clero e delle autorità civili e militari.
“Quest’anno la festa di San Pietro riveste un’importanza particolare – dice don Agostino Russo, arciprete della Basilica ripostese – perché viene celebrata nel contesto dell’Anno Giubilare vissuto intensamente e come evento di grazia. Ricorderemo i 150 anni dell’erezione della nostra Parrocchia con il proposito di rivitalizzare il cammino di santità, impegnandoci ad essere pietre vive con Cristo, pietra viva. La testimonianza eroica dei due grandi apostoli, Pietro e Paolo, veri amici di Cristo, pilastri della Chiesa, sia per tutti noi costante punto di riferimento”.
Il Giubileo Parrocchiale si concluderà il prossimo 6 luglio, ottava della solennità del Patrono San Pietro, con la solenne Celebrazione Eucaristica delle ore 19. Al termine, la chiusura della Cappella di san Pietro concluderà i festeggiamenti. In questa giornata il simulacro del Santo Patrono, nella sua Cappella, rimarrà esposto per l’intera giornata.

Nino Di Mauro