Diocesi / “Sii Luce”: 500 giovani alla veglia di Ognissanti nella chiesa di San Rocco ad Acireale

“Sii Luce”: questo l’invito rivolto dal Servizio diocesano per la Pastorale giovanile della Diocesi di Acireale e accolto da poco meno di 500 giovani, accompagnati dai loro parroci e responsabili, che hanno gremito la chiesa di San Rocco lo scorso 31 ottobre, vigilia della solennità di Ognissanti.

Una chiesa in penombra, un cero Pasquale spento che, una volta acceso, ci ha aiutato a vedere la Luce di Cristo nella vita di san Francesco, del beato Gabriele Maria Allegra e della beata Chiara (Luce) Badano, per (ri)scoprire che la stessa luce è presente nella nostra vita in virtù del Battesimo.

Queste le figure che ci hanno aiutato a riflettere sulla missione che ognuno di noi è chiamato a compiere: portare la Luce di Cristo mediante la Sua parola che salva a quanti incontriamo, a chi quella luce non riesce a vederla perché si è lasciato avvolgere dalle tenebre, dalle difficoltà della vita, dal buio dei fallimenti, dall’oscurità del “non posso farcela”, lì dove siamo, lì dove il Signore ci chiama.

Le brevi testimonianze sulla vita delle figure che ci hanno accompagnato sono state arricchite dalla testimonianza diretta di Chiara Allegra, pronipote del beato, che ci ha permesso di conoscerlo meglio raccontandoci alcuni aneddoti sulla sua vita.

Tantissimi i giovani seduti a terra, in un clima di ascolto e di preghiera, che si è manifestato nel silenzio assoluto durante l’adorazione Eucaristica conclusiva.

Mettersi al cospetto di Cristo è ciò da cui bisogna sempre partire per lasciare operare lo Spirito di Dio in noi: ognuno con la propria candela accesa, al Suo cospetto, per ringraziarlo della vita che ci ha donato e per chiederGli di poter diventare luce per gli altri, per operare grandi cose nella nostra vita e in quella dei nostri fratelli.

 Una veglia all’insegna della gioia e della vita, celebrata alla luce di Cristo per dare ufficialmente inizio al nuovo anno pastorale al servizio dei giovani della Diocesi.