Diocesi / Venerdì 1 aprile, nella Basilica Cattedrale, la celebrazione che vedrà l’ammissione di tre seminaristi agli ordini sacri, altri due saranno istituiti accoliti

Sarà la liturgia dell’ottava di Pasqua il contesto nel quale si svolgerà seminaristi ammessiun importante rito di passaggio e di avvicinamento al sacerdozio per alcuni giovani seminaristi del nostro Seminario. Infatti, è programmata per venerdì 1° aprile nella Basilica Cattedrale alle ore 19,00 un’importante celebrazione durante la quale tre seminaristi saranno ammessi tra i candidati agli ordini sacri del diaconato e del presbiterato, mentre altri due saranno istituiti accoliti.

Il contesto pasquale sarà la degna cornice dentro la quale accoglieremo questi doni della risurrezione del Signore che vanno a beneficio della nostra Chiesa locale. I seminaristi che saranno ammessi sono (nella foto da sinistra a destra): Rosario Pappalardo, 26 anni, delle parrocchie di Aci Trezza, inviato da quest’anno a svolgere il tirocinio pastorale nella parrocchia Maria SS. della Catena di Aci Catena; Salvatore Grasso, 23 anni, della parrocchia di Guardia, inserito nella parrocchia Gesù Lavoratore di Giarre; Alfredo Coco, 31 anni, della parrocchia di Aci S. Antonio, inviato a Macchia di Giarre Per tutti e tre l’ammissione è il primo passo ufficiale nel cammino verso l’ordinazione. Con questo rito, infatti, i seminaristi manifestano davanti alla Chiesa la vocazione che hanno avvertito alla vita sacerdotale e la Chiesa, nella persona del Vescovo, riconosce i segni di vocazione, accoglie i chiamati e si impegna a curare la loro formazione. Una volta ammessi, i seminaristi manifesteranno la loro nuova condizione indossando l’abito talare e la cotta, la sopravveste bianca che d’ora in poi useranno durante le celebrazioni liturgiche.

Le tre ammissioni non sono però l’unico dono pasquale del Seminario. Nella stessa celebrazione, infatti, a due seminaristi sarà conferito il ministero dell’accolitato. Si tratta di Ludger Rakotonirina, 34 anni, originario del Madagascar, in servizio pastorale ad Aci Platani e Raffaele Stagnitta, 27 anni, della parrocchia S. Maria delle Grazie di Linguaglossa, da due anni alunno dell’Almo Collegio Capranica di Roma dove risiede per conseguire la licenza in liturgia.  L’accolitato è l’ultimo passo prima della consacrazione che avviene con l’ordinazione diaconale. È un ministero che accosta maggiormente il seminarista all’altare, abilitandolo al servizio liturgico, specialmente al culto eucaristico ma anche alla testimonianza della carità che proprio dall’eucarestia scaturisce.

Ai cinque seminaristi va l’augurio di ogni bene e l’auspicio di perseverare sulla strada intrapresa con sempre maggiore fede e spirito di donazione a Dio e alla Chiesa.

 

don Alfio Privitera

Please follow and like us:
Posted by on 30 marzo 2016. Filed under Acireale,Diocesi,In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 × 15 =