Diocesi / Il Vescovo: “Guidare i giovani nel discernimento” è compito di tutti gli educatori

Nella magnifica Basilica Cattedrale di Acireale, ieri sera, lunedì 2 0ttobre, ha avuto luogo l’Assemblea diocesana, presieduta dal vescovo, mons. Antonino Raspanti, sul tema “I giovani, la fede ed il discernimento vocazionale”, con indicazioni pastorali per l’anno 2017-2018. Erano presenti, tra gli altri, il card. Paolo Romeo, il parroco, don Roberto Strano, il clero cittadino e del territorio.

Il moderatore, Salvatore Paratore, ha rivolto un cordiale saluto ai presenti, molto numerosi. Il Vescovo ha dato uno sguardo retrospettivo all’anno in corso, specie ricollegandosi all’ordinazione episcopale del vicario generale della diocesi, mons. Guglielmo Giombanco, oggi vescovo di Patti; al cambio di alcuni parroci e al rinnovo del Consiglio pastorale diocesano e del Consiglio presbiterale; alla nomina del nuovo vicario generale, mons. Giovanni Mammino, ringraziando tutti per la fattiva collaborazione. In particolare, ha rievocato la missione dei giovani effettuata un anno fa dal Servizio di Pastorale giovanile, quale iniziativa di evangelizzazione, efficiente, in preparazione al Sinodo dei Vescovi sui giovani e sul discernimento di fede. Il Documento, dato in studio a giovani ed educatori, è oggetto di programmazione d’interessanti iniziative per il nuovo anno: ascoltare il complesso mondo dei giovani, scoprirne le novità in questa nostra epoca di cambiamento, valorizzare la creatività, con richiami a personalità insigni dell’universo poetico.

Un momento emotivo si è verificato all’accenno di mons. Raspanti a fatti di cronaca scandalosi in diocesi e ai provvedimenti presi, proponendosi di vigilare con maggiore efficacia sul popolo di Dio. Il discorso sugli adolescenti e sui giovani, che s’allontanano dalle parrocchie, dopo aver ricevuto i sacramenti dell’iniziazione cristiana, diventa centrale e appassionante, con la trattazione di problematiche congeniali: urge stimolare sacerdoti, genitori, catechisti ed educatori ad essere ben preparati, per sapere comprendere e guidare i giovani nel discernimento, attraverso specifici incontri sulle essenziali scelte di vita, alla luce del Vangelo, pregando, suggerendo la lettura della Bibbia e testi di autori spirituali.
Il Vescovo ha approfondito la tematica dell’educazione a scelte ponderate con argomentazioni significative, per far pervenire i giovani alla fede, ascoltando le ispirazioni interiori dello Spirito: essere disponibili al servizio in campo sociale e anche missionario, impegnarsi nell’esercizio delle professioni e nella cerchia della vita culturale e politica;  non sottovalutare il mondo dello sport e degli oratori, inoltre quello della scuola; dedicare il tempo libero al volontariato e così via.   Infine –  ha sottolineato mons. Raspanti -, l’adolescente e il giovane saranno capaci di scelte responsabili per la propria vita. Nella conclusione, fondata sulla speranza, sostegno ai giovani alla ricerca della verità.

Mons. Giovanni Mammino, rivolgendosi a mons. Raspanti, si è soffermato a parlare sul segreto della gratitudine e sul cammino di comunione: nel mare in tempesta,” Gesù è con noi nella stessa barca”. Ha dato l’interessante comunicazione dell’uso di quanto l’informatica offre, per andare al passo con i tempi. Ha porto gli auguri al Vescovo per la ricorrenza del suo sesto anno di episcopato. Segue la solenne concelebrazione, presieduta dal Vescovo, con una sua omelia. La musica sacra e i canti hanno accompagnato il rito.

Anna Bella

Please follow and like us:
Posted by on 3 ottobre 2017. Filed under Acireale,Chiesa,Comuni,Cronaca,Diocesi,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
2 × 18 =