Economia / Da oggi su Tv2000 “New farmers”, viaggio tra i nuovi agricoltori. Le prime tre puntate nelle Marche, Sicilia e Abruzzo

In onda su Tv2000 da oggi, 6 febbraio, dal martedì al venerdì alle 19.30, New Farmers”, programma televisivo con al centro storie di agricoltura e di imprenditori agricoli, è giunto alla terza edizione. Il programma è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito della Politica Agricola Comune e realizzato con la consulenza di Confagricoltura.

In 12 episodi – si legge in un comunicato –  le sfide dei giovani agricoltori attraverso un viaggio lungo l’Italia che mette in luce anche le tipicità agro-alimentari del Bel Paese. Il programma racconta storie di donne e uomini che hanno scelto di affrontare le sfide dell’agricoltura di oggi: resilienza climatica, sostenibilità ambientale, tutela del paesaggio rurale, economia circolare, valorizzazione delle produzioni tipiche, promozione dell’occupazione giovanile, digitalizzazione, tutela della salute e della sana alimentazione, filiera corta e trasformazione dei prodotti per la vendita diretta.

Le storie raccolte portano in luce le attività di chi, con il proprio lavoro, cerca di produrre e trasformare prodotti sempre più in un’ottica di un’alimentazione sana e di elevata qualità anche come scelta di vita. Per questo in ogni puntata si trovano anche i consigli di uno chef per la preparazione di ricette regionali oltre che informazioni nutrizionali curate da un’esperta dell’Istituto per la promozione e la valorizzazione della Dieta del Mediterraneo.

Si parte mercoledì 6 febbraio , da Ascoli Piceno, dove Daniele Ciabattoni, 34 anni, il fornaio contadino, come lui stesso si definisce, lasciato il suo lavoro di consulente nel campo dello spettacolo a Milano, nel 2014 apre una propria azienda agricola e un piccolo laboratorio dove panifica in modo artigianale esclusivamente i frumenti macinati a pietra e coltivati in azienda, secondo tecniche legate all’antica civiltà contadina. Per lui nel fare il pane ci va amore e quello che fa la differenza sono gli ingredienti usati ed il metodo di realizzazione: ormai non siamo più abituati alla genuinità, per questo Daniele è voluto tornare alle origini del pane, attraverso tutte le fasi della filiera produttiva, rigorosamente naturali.

La puntata di giovedì 7 febbraio è stata girata a Rocca di Capri Leone, in provincia diMessina. Lì la giovane Maruzza Cupane, 33 anni, laureata in agricoltura biologica e scienze e tecnologie agrarie, con un dottorato di ricerca in frutticoltura mediterranea, ha deciso di intraprendere una nuova avventura per la sua terra, facendo tesoro di esperienze e studi sulle colture tropicali, condotti anche all’estero: Maruzza ha convertito 9 ettari dell’ampia azienda familiare da agrumeti a coltivazioni di mango in serra e avocado in pieno campo, offrendo sulle tavole degli italiani un sapore esotico ma con tutta la freschezza e la ricchezza del chilometro zero. 

La prima settimana di messa in onda del programma si chiude venerdì 8 febbraio a Sulmona, patria dei confetti e non solo. Infatti Giuseppe Scelsi, 36 anni, che nel 2013 insieme al fratello Paolo, con una laurea in economia e amministrazione delle imprese in tasca, ha iniziato a coltivare l’aglio rosso, una spezia che ha rischiato di scomparire anche a causa della concorrenza con prodotti stranieri. Oggi in 6 ettari Giuseppe e Paolo producono una ventina di quintali all’anno di aglio rosso e contano di aumentarne la produzione aggredendo sia il mercato nazionale che quello internazionale, grazie anche al supporto del Consorzio di tutela dei produttori dell’aglio rosso.