Economia / Oggi e domani nel Dipartimento di Agricoltura dell’Università di Catania il terzo Forum sulla certificazione Halal

Nelle aule del Di3A ( Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente) dell’Università di Catania  si svolge da oggi e per tutto domani, 19 ottobre, la terza edizione del “Global Halal Forum”.
L’incontro offre un’occasione di formazione dedicata agli imprenditori e non solo, che guardano con attenzione alla crescente fetta di mercato caratterizzata dalla certificazione Halal.
Il “Global Halal Forum” di quest’anno, intitolato “Universal Brand Halal MENA – Sicilia” – informa una nota stampa – ha come obiettivo proprio quello di creare connessioni tra le varie intelligenze del Mediterraneo e analizzare il futuro all’interno di un mercato globale che vale ormai parecchi milioni di euro.
Per la prima volta si svolge a Catania grazie anche alla collaborazione che l’Università etnea ha stretto con l’Ordine dei Tecnologi Alimentari, l’Amanah Halal Research Centre e il Gruppo Consulting di Ragusa.
Nella giornata odierna oltre al professor Francesco Basile, rettore dell’Università di Catania e al professor Salvatore Luciano Cosentino direttore del Di3A che ospita l’intera manifestazione, erano presenti anche il presidente del comitato organizzatore GHF 2018  professoressa Cinzia Caggia, il dottor Antonio Virga, in qualità di dirigente responsabile igiene degli alimenti della Regione Sicilia, i presidenti degli ordini dei tecnologi alimentari, degli agronomi e dei biologi e altre importanti personalità all’interno dell’università e della imprenditoria siciliana. Non a caso durante l’evento viene premiata anche un’azienda siciliana che produce piatti pronti ed ha ottenuto la certificazione Halal.
Durante questa prima giornata, il focus centrale è dedicato al contesto e ai margini di sviluppo del mercato Halal. Nella veste di moderatori, i professori Liborio Furco e Biagio Fallico che, grazie ad interventi di numerosi ospiti, analizzano gli aspetti più interessanti del mercato Halal in Italia, le opportunità strategiche e l’importanza delle certificazioni di prodotto e tracciabilità Halal.
La giornata di venerdì 19 ottobre sarà invece dedicata ai settori strategici del mercato Halal. Troppo spesso infatti ci limitiamo a pensare che questo mercato sia per lo più alimentare, ma grazie agli esperti Alessandro Priolo, Danilo Scalone e Cinzia Caggia scopriremo l’enorme potenzialità che i certificati Halal hanno anche all’interno dei più svariati settori, dall’abbigliamento al turismo passando per i cosmetici e i servizi in generale. Con il termine Halal, in arabo “accettato”, si intendono infatti tutte quelle attività di qualsiasi settore che risultano essere in linea con i dettami della religione islamica. Il notevole successo e la fiducia che i prodotti a certificazione Halal stanno ottenendo nei consumatori, ha spinto il Di3A ad ospitare questo importantissimo appuntamento, un confronto per migliorare il futuro di imprese che quotidianamente si interfacciano con persone di fede islamica. Per accedere all’evento gratuito è necessaria la prenotazione obbligatoria tramite l’indirizzo mail segreteriascieentifica@studioedaragusa.it (per i tecnologi alimentari sono riconosciuti i crediti formativi).
Durante i pomeriggi sia di oggi che di domani sono invece stati programmati due seminari specialistici sull’industria Halal con l’intervento di Muhammad Ashfaq ceo Amanah Halal Research Center in Germania, e dei rappresentanti area food Studio Eda – Gruppo Consulting, Danilo Scalone, Head Halal Research and development ed Ernesto Turlà, medico veterinario. Anche in questo caso per info e prenotazioni occorre contattare segreteriascieentifica@studioedaragusa.it