Catania calcio / Emanuele Calaiò in conferenza stampa scuote l’ambiente rossazzurro

Calaiò“I risultati si vedranno”. Con queste parole Emanuele Calaiò scuote l’ambiente rossoazzurro dopo i non esaltanti risultati di inizio stagione.

“La sconfitta contro la Pro Vercelli? Vedendo la partita, gli errori sono più o meno simili: sono stati più errori di concentrazione che altro. Tutti parlando della fase difensiva, ma i gol presi sono frutto di errori di tutti, anche perché molti giocatori non hanno mai fatto la Serie B: non ti puoi rilassare un attimo.In Serie B per vincere il campionato devi avere più fame degli altri: fortunatamente sono le prime due giornate, ed è meglio che le cose negative succedano adesso che dopo, così da sistemarle. Questa squadra ha un potenziale incredibile: secondo me questa è la squadra più forte che abbia avuto in Serie B. Bisogna togliersi dalla testa la Serie A che è stata: questo è un altro tipo di campionato. Ci sono dei dettagli che devono ancora entrarci in testa, ma non è un discorso individuale. Se tutti pensiamo da squadra, è un valore aggiunto, ma se tre o quattro pensano il contrario è più difficile. Siamo ancora in fase di rodaggio: è una questione mentale, non tattica perché questa squadra può giocare con qualsiasi modulo. I nostri errori sono errori di concentrazione, non tattici. Come sto? La fasciatura alla caviglia c’è e ci sarà fino a Giugno anche perché ho avuto un problema alla caviglia l’anno scorso. Contro il Lanciano abbiamo giocato con il 4-3-3, ma siamo scesi in campo con la paura di perdere la partita e abbiamo pareggiato. Contro la Pro Vercelli stessa cosa: trovo difficile analizzare questa partita. Non importa il modulo: dobbiamo essere pronti a vincerle tutte. Nel secondo tempo caliamo? E’ un aspetto da non sottovalutare: abbiamo visto come in tutte le partite, il primo tempo è diverso del secondo, e questo perché è l’inizio del campionato Rosina? Sto aspettando i suoi assist, anche se gioca in una posizione “particolare”. . Il fattore nervosismo? Quando devi lottare per vincere un campionato è normale che, dopo la retrocessione, la gente si aspetti di vincere il campionato: se poi prendi gol al 94esimo e perdi i tre punti scatta il nervosismo. In questo momento abbiamo bisogno di certezze.”

Prossimo avversario il Perugia che viaggia a punteggio pieno: “Perugia? Il Perugia ha 6 punti, ma quando sei una squadra neopromossa vai sempre a tremila grazie all’entusiasmo della passata stagione: noi non dobbiamo avere paura di nessuno. Se scendiamo in campo con l’atteggiamento giusto, porteremo a casa i tre punti. Loro hanno il morale alle stelle perché hanno vinto contro due squadre che, come noi, vogliono vincere il campionato. I risultati si vedranno, abbiamo bisogno di punti e di morale per i tifosi.”

Guarda una parte della Conferenza Stampa: http://youtu.be/1b_zdK9id0E

 

Please follow and like us:
Posted by on 10 settembre 2014. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
7 × 11 =