Etna 2 / Da gennaio 2015 le visite virtuali sulla sommità del Vulcano tramite Google Street View

Pubblichiamo il Comunicato stampa del 9-10-2014 del Parco dell’Etna dal titolo: “PARCO DELL’ETNA: dal prossimo gennaio con Google Street View tour virtuale fino alle zone sommitali del vulcano. La presidente Mazzaglia:“Grande opportunità di conoscenza dell’Etna su scala mondiale”.

A partire dal prossimo mese di gennaio si potrà effettuare virtualmente e gratuitamente, con tutte le apparecchiature elettroniche – computer, smartphone, tablet, ecc. – la visita alle affascinanti zone sommitali dell’Etna Patrimonio dell’Umanità. Sarà possibile grazie a Google Street View (Google visione stradale), il servizio di Google che dal 2007 permette agli utenti di vedere vari luoghi del mondo a livello di terreno, come se si stesse passeggiando. Stessa possibilità, sempre dall’inizio del 2015, si avrà sul Monte Rosa, montagna gemellata con il vulcano siciliano, con la visita virtuale al sentiero della Capanna Margherita.etna-visita-virtuale

Particolarmente soddisfatta dell’iniziativa la presidente del Parco dell’Etna Marisa Mazzaglia: “Sarà una opportunità di conoscenza e di promozione turistica su scala mondiale delle meraviglie del nostro vulcano. Tutti coloro che, in ogni angolo del pianeta, sognano l’incontro con l’Etna e per varie ragioni non possono coronare questo sogno, avranno la possibilità di farlo online, visitando virtualmente la sommità della Muntagna. Ringraziamo l’Assessorato Regionale al Turismo, che ha promosso l’iniziativa, e i tecnici che hanno lavorato per consentirne la realizzazione”.

  E’ ampio il tour virtuale dell’Etna che verrà proposto da Google Street View. In collaborazione con il vulcanologo del Parco Salvo Caffo e la guida dell’ente Orazio Di Stefano, il fotografo-trekker Marco Masserini, lavorando intensamente sul vulcano con la sofisticata attrezzatura portata sulle spalle, ha preparato un percorso che comprenderà l’ascesa online dal Rifugio Sapienza fino alla vetta dell’Etna, il bordo delle voragini sommitali, la discesa sul versante nord fino all’osservatorio di Pizzi De Neri, la zona dei crateri Silvestri con i suoi sentieri e il sentiero della Schiena dell’Asino, che si affaccia sulla Valle del Bove. Luoghi e scenari straordinari, che offriranno grandi emozioni ai visitatori online.

Please follow and like us:
Posted by on 11 ottobre 2014. Filed under Cronaca,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
17 + 12 =