Europei di calcio / Yilmaz e Tufan fanno volare la Turchia: è 2-0 contro la Repubblica Ceca

turchiaL’Imperatore non muore mai: la Turchia di Terim ribalta tutti i pronostici e si impone sulla Repubblica Ceca con un netto 2-0 che la tiene ancora in ballo per il ripescaggio agli ottavi, consentendo ai turchi di terminare il girone D al terzo posto. Burak Yilmaz e Tufan sono i marcatori di una partita che ha visto i cechi sprecare tanto, soprattutto nel corso del primo tempo, per poi subire i colpi di una Turchia cinica e brava a massimizzare le opportunità create.

Il c.t. Vrba si affida a un 4-3-3 con Necid riferimento avanzato, sostenuto dalle ali Krejci e Dockal, mentre l’Imperatore Terim scende in campo con un 4-2-3-1 che vede Yilmaz punta centrale, sostenuto dal trio di fantasisti Mor, Arda Turan e Sen.

La Turchia fa subito capire di non essere scesa in campo solo per onor di firma e, nonostante la classifica indichi un preoccupante 0 nella casella dei punti conquistati, si getta in avanti raggiungendo il vantaggio già al 10′: il genietto turco Emre Mor scende sulla destra e serve Burak Yilmaz che, in area di rigore, si fa trovare all’appuntamento col gol con una zampata da grande numero nove. Cinque minuti dopo si svegliano i cechi: colpo di testa di Sivok su calcio d’angolo e palo pieno alla destra di Babacan. La Repubblica Ceca adesso inizia a crederci e Kaderabek impegna il portiere avversario con una conclusione da posizione defilata: lo stesso terzino destro dei cechi, tra i più in forma dei suoi, sfiora poco dopo in spaccata la rete del pari con l’ennesima pericolosa incursione. Capitan Plasil prova poi a impegnare Babacan dalla distanza, chiudendo di fatto un primo tempo che ha visto gli uomini di Vrba volenterosi ma poco precisi.

Nella seconda frazione ci si aspetta un inizio all’assalto da parte dei cechi che, invece, scendono in campo con ritmi sorprendentemente blandi. La prima grande occasione arriva soltanto al 60′, col regista Darida che impegna il portiere turco con un tiro scoccato da fuori area. La Turchia non ha neanche tempo di protestare per un errata segnalazione di fuorigioco di Koybasi che arriva l’inaspettato raddoppio: al 67′ un pallone vagante in area viene addomesticato da Mehmet Topal ( in posizione di fuorigioco) e appoggiato all’accorrente Tufan che lascia di sasso Cech.

I turchi intravedono adesso la possibilità di un miracoloso ripescaggio e continuano a premere, facilitati anche da una Repubblica Ceca allo sbando: Arda Turan impensierisce Cech con un colpo di testa che si spegne fuori, poi all’80’ Darida scaglia un sinistro respinto da Babacan. Il finale è scoppiettante: gli uomini di Terim sfiorano il 3-0 col subentrato Sahan, poi un tiro-cross di Darida impensierisce il numero 1 turco. La partita non concede più brividi: i cechi abbandonano mestamente Euro 2016, Yilmaz e compagni dovranno attendere altre 24 ore per conoscere il loro destino.

Giorgio Tosto