Famiglia Cristiana, 80 anni insieme

Don Sciortino, direttore di Famiglia Cristiana

‘Famiglia Cristiana’, la rivista settimanale di orientamento cattolico, compie ottant’anni, una ricorrenza di certo importante, un traguardo di successo per un periodico che, nato ad Alba, in Piemonte, nel lontano 1931, per volere del beato don Giacomo Alberione, fondatore della ‘Società San Paolo’, si pone da sempre al servizio della famiglia (in questi ultimi anni anche affiancando il moderno supporto web al tradizionale e consolidato formato cartaceo) quale prezioso strumento di informazione ma, soprattutto, di formazione. Proprio la ‘formazione’ dell’uomo e del cristiano è da sempre stato il criterio cui si è ispirata la vita di questo settimanale, alla luce del messaggio evangelico e della dottrina sociale della Chiesa e di fronte al vorticoso progresso; ancora oggi, infatti, nonostante l’attuale e sempre maggiore disorientamento sociale possa far pensare ad un qualcosa di ormai antiquato e, come tale, non più al passo coi tempi, di fronte ad un essere umano che sembra aver smarrito del tutto la bussola dei propri valori, la rivista, testimone della vita della Chiesa e della società nazionale e locale, si pone quale ineludibile baluardo per le famiglie, alle quali rivolge settimanalmente il proprio messaggio di ‘freschezza evangelica’ e di ‘luce cristiana’.

Mentre l’istituzione ‘famiglia’ è oggi posta in forte discussione, per una serie di concause che ne pongono a repentaglio l’esistenza (divorzio, aborto, etc….) minandone profondamente le fondamenta, la rivista vuol celebrare i propri ottant’anni, nel corso dei quali ha sempre coltivato e mantenuto il proprio contatto con tutte le famiglie, a partire da quelle residenti nelle realtà più periferiche, ben radicandosi in un territorio, quale quello nazionale, particolarmente composito e, dunque, differenziato, resocontando tutti su tutti i fatti che interessano la società mondiale, in completa sintonìa e sinergìa di ideali evangelici e morali.

Proseguendo il proprio cammino verso ulteriori meritati traguardi, la rivista, attraverso il prezioso lavoro della redazione, continua ancor oggi, con una grafica rinnovata ma con il proprio progetto ormai più che consolidato, a porsi al fianco di tutte le famiglie italiane, in particolare continuando a farsi voce di chi nel panorama nazionale gode di scarsa visibilità ma, ciononostante, vuol diffondere il proprio messaggio per una sana crescita cristiana e umana.

Nando Costarelli