Festa dei Fiori – 1 / Dal 29 aprile al 1° maggio torna ad Acireale l’atmosfera del Carnevale, all’insegna della destagionalizzazione

Torna per il secondo anno consecutivo la “Festa dei Fiori”. L’ultimo fine settimana di aprile, sabato 29 e domenica 30, con la coda del 1° maggio, Acireale tornerà ad animarsi di atmosfera carnascialesca.

Sfileranno così i carri infiorati, non più abbinati ai maestosi carri allegorico-grotteschi tipici del carnevale invernale, ma inseriti in un contesto stagionale più consono ai garofani e alle margherite. Non ci sarà però solo questo, perché per tre giorni il centro storico sarà animato anche dai gruppi mascherati dei carnevali di Acireale, Malta e Misterbianco, da band musicali tedesche e maltesi, da esibizioni di danza contemporanea e da vari concerti musicali. Inoltre tutta la città si rivestirà di colori e profumi per il concorso “Balconi e vetrine fioriti” e per il mercatino “Fiori in festa” (in piazza Lionardo Vigo). Alla Villa Belvedere sarà invece possibile degustare del cibo buono, sano e naturale presso il “Green Village Sicilia”, dove si svolgeranno numerose attività finalizzate a divertire grandi e bambini ed a sensibilizzare al rispetto dell’ambiente; l’iniziativa anticiperà di un giorno rispetto alle altre attività perché sarà inaugurata durante la “vigilia” del venerdì, il 28 aprile.

La conferenza stampa di presentazione svoltasi nei giorni scorsi. Al centro (in piedi) il Sindaco Roberto Barbagallo

Per gli appassionati di sport domenica 30 aprile ci sarà il “Gran Prix regionale di corsa su strada – III Trofeo del Carnevale di Acireale”, mentre chi vuole conoscere meglio le bellezze artistiche e culturali della città, nella mattinata di sabato 29 potrà partecipare ad una simpatica “Caccia al tesoro tra le suggestive vie di Acireale”, organizzata dal Gruppo Giovani del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano).

Numerose anche le mostre visitabili: dalla riproposizione dell’esposizione dei carri in miniatura alla mostra delle maschere isolate dell’ultimo carnevale, dalla mostra fotografica e filatelica dedicata ai “Maestri del fiore” alla tradizionale “Bottega della cartapesta”. E anche in questa occasione – così com’è ormai consuetudine per l’edizione invernale del “Più Bel Carnevale di Sicilia” – sarà disponibile un annullo postale speciale presso il Palazzo di Città.

Un artigiano al lavoro per la preparazione di un carro infiorato

In questo evento, che segna ancor più la destagionalizzazione del Carnevale di Acireale, ripongono grande fiducia l’Amministrazione comunale con il sindaco Roberto Barbagallo e l’assessore al Turismo Antonio Coniglio, e la Fondazione del Carnevale con il presidente Antonio Belcuore. Dopo il classico carnevale invernale ed il carnevale estivo di agosto, sono infatti già tre, così, le manifestazioni carnascialesche acesi. E l’anno scorso, in occasione dell’edizione prtimaverile, Acireale ha registrato un aumento del 50% delle presenze turistiche.

E dopo i tre giorni di parata dei sette grandi carri infiorati allestiti quest’anno, che non sono così imponenti come quelli di cartapesta, ma che “restituiscono invece un’immagine più pittorica, quasi leggiadra, un elegante gioco ottico agli occhi del pubblico” (come dice il presidente della Fondazione, Belcuore), la conclusione alla grande, lunedì 1° maggio, sarà affidata ai “Modena City Ramblers”, il noto gruppo musicale italiano che negli anni scorsi ha più volte partecipato al tradizionale concerto che si tiene in questa data a Roma, in piazza San Giovanni.

Nino De Maria

 

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 28 aprile 2017. Filed under Acireale,Appuntamenti,Comuni,Cronaca,homepage,Primo piano,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
24 − 19 =