Fiere / Dal 15 al 18 la Sicilia al “Salon du chocolat” di Milano con cinque produttori

La Sicilia sbarca a Milano con cinque importanti produttori! Bonajuto, Ciokarrua, Ciomod e Quetzal direttamente da Modica e Bronte Dolci di Catania; pronti ad arricchire con la loro presenza il Salon du Chocolat di Milano e conquistare i palati di tutta Italia.
Tutto il meglio del cioccolato si dà appuntamento al Salon du Chocolat da giovedì 15 a domenica 18 febbraio al Padiglione MiCoLAB – Milano.
I grandi chef, pastry chef e i migliori produttori artigianali – informa una nota stampa dell’organizzazione -sono riuniti durante il Carnevale Ambrosiano per incontrare il grande pubblico e dare vita a un evento unico, magico e golosissimo. Al Salon du Chocolat Milano si riuniscono la grande tradizione del cioccolato internazionale e le eccellenze artigiane italiane per fare scoprire, assaggiare e degustare l’eccellenza di tutti i tipi di cioccolato gourmand , in tutte le sue forme e variazioni. Dalla fava alla pralina, passando per il pasticcino, le torte e i fondenti, i dolci lievitati e glassati, fino ai cocktail e vermouth: la terza edizione milanese del Salon du Chocolat è un sogno ad occhi aperti.
Il Salon du Chocolat nasce 23 anni fa a Parigi e rappresenta la più grande manifestazione dedicata al cioccolato di eccellenza con repliche anche a Londra, Beirut, Mosca, Tokyo e Seul. Questa edizione nel cuore di Milano si posiziona come uno dei più importanti eventi gastronomici italiani. Sui palchi si alternano i più grandi chef e pastry chef come Alessandro BorgheseDavide ComaschiLuigi Biasetto, Gino Fabbri e tanti altri.
Spettacolo Salon du Chocolat – Il cioccolato va in scena
Più di 80 produttori, grandi artigiani italiani e stranieri, per oltre 8000 mq di evento, si danno appuntamento per un evento unico che offre aree degustazione, assaggi e shopping con 2 palcoscenici dedicati agli Showcooking, 2 spazi per incontri tematici dove assaggiare il meglio del cioccolato e approfondirne il tema, oltre al Sensory Bar, Chocoland per i bambini e accoglienti zone relax.
I visitatori potranno scoprire la provenienza delle fave più pregiate e la loro lavorazione, assaggiare tutti i tipi di abbinamento possibili con altre materie prime – dal latte alle nocciole, dalla frutta alle spezie e canditi più esotici – degustare cioccolati di tutte le qualità possibili. Il cioccolato è considerato l’alimento più versatile in assoluto, lo scopriremo assieme.

Ciomod- Modica

Tanti i cioccolati insoliti da provare: le tavolette di cioccolato con fiori disidratati e cristallizzati di Adelia di Fant (San Daniele de Friuli UD); la pralina componibile dell’azienda Shockino (Campobasso) prodotta abbinando sei possibilità di gusto delle tre parti componibili per 216 combinazioni differenti; il cioccolato di Modica dei modicani Ciokarrua, Ciomod, Bonajuto e Quotzios; il cremino di cioccolato al sale e olio extra vergine d’oliva premiato come la “Pralina migliore al mondo” e creata da Guido Gobino (Torino) e la sua ganache al Vermouth; le praline di cioccolato all’aceto balsamico e le tavolette di cioccolato alla canapa, piccanti e al tabacco dell’azienda Argento (Pisa); il cioccolato grezzo di Slitti Leone (Monsummano Terme in Toscana), il Boero di Bodrato (Novi Ligure in Piemonte) preparato “ubriacando” le ciliegie nella grappa e con un vestito di cioccolato che conserva all’interno l’alcool e la loro crema spalmabile di cioccolato all’olio e fiocchi di sale.
Da assaggiare assolutamente la Colomba de l’Enzo di Pasticceria Martesana (Milano), la rivisitazione del dolce tipico pasquale in salsa Sacher con all’interno confettura di albicocche e albicocche semicandite e sopra una copertura di cioccolato; i Gallinotti al rum della Pasticceria Gallina (Torino) creati con un impasto di marron glacé, rum e cioccolato e ricoperti di cioccolato; il Cioccolato Foresta di Gay Odin (Napoli), un tronchetto realizzato ripiegando più volte su se stesse le sfoglie di cioccolato; il Mont Blanc, la ricostruzione di un monte innevato fatta cioccolatino da MB Chocolate (Courmayeur), le innovative praline di Marc al basilico e cannella, rosmarino, ortica, melagrana e, in esclusiva solo per Salon du Chocolat, quelle al lime, menta e zenzero e quella alla liquirizia e arancia.
Tra gli espositori esteri, venuti da lontano per il Salon milanese segnaliamo Goufrais dalla Germania; Sun and Green dalla Francia; Palmerini dalla Svizzeria; Hacienda San José dall’Ecuador; Chocolate Momotombo dal Nicaragua, Meiji dal Giappone e l’Ufficio Turistico della Repubblica Dominicana.

Delizie al pistacchio di Bronte Dolci- Catania

Grandi Showcooking, stampanti 3D e cocktail al cacao
Il calendario di quest’anno del Salon du Chocolat prevede tantissimi showcooking, incontri e iniziative che si susseguono sui palchi e distribuiti in tutta manifestazione. Tutti gli eventi sono compresi nel prezzo del biglietto e si potrà accedervi recandosi direttamente all’orario prestabilito, fino a esaurimento posti. Oltre 30 i pastrychef che tengono spettacolari pastryshow sui due palchi principali: dal Campione del Mondo Luigi Biasetto al World Chocolate Master Davide Comaschi in compagnia del celebre Alessandro Borghese ai maestri del cioccolato Gino Fabbri, Andrea Besuschio (miglior pasticceria d’Italia secondo Gambero Rosso) e Luca Lavezzari al giovane e talentuoso chef del Grand Hotel Royal e Golf di Courmayeur Paolo Griffa, fino agli chef di FunnyVegan Academy Simone Salvini, Stefano Broccoli e Luca Andrè e la loro pasticceria vegana. Protagonisti di avvincenti showcooking aperti al pubblico anche la pastryqueen Silvia Boldretti, Antonio Dalosio, Claudio Marcozzi, Emanuele Valsecchi, Marcello Ferrarini, Gabriele Vannucci e Andrea Provenzani.
Tante le attività che animano il Salon e che sono pensate per insegnare tutti i segreti del mondo del cioccolato , trasmettere la passione dei grandi relatori e mostrare i nuovi trend in corso come l’uso delle stampanti 3D, gli abbinamenti cioccolato e spirits e i cocktail al cacao, il legame turismo e cioccolato e degustazioni guidate senza precedenti delle tipologie di cioccolato e delle differenti provenienze geografiche.
Chocoland: il mondo di cioccolato dei bambini
Salon du Chocolat – conclude la nota stampa – è il luogo perfetto dove scoprire il cioccolato anche per i bambini. L’ingresso alla manifestazione è gratuito per i bambini da 0 a 13 anni e all’interno di Micolab c’è Chocoland, uno spazio che permette ai bambini di esplorare il mondo del cioccolato con laboratori creativi, giochi e attività. A Chocoland i bambini diventano dei veri e propri piccoli grandi pasticceri partecipando a cooking lab fatti su misura per loro dove mettere le mani del cioccolato e realizzare delle sfiziose ricette da mangiare. È presente anche un teatrino dove giocare liberamente e spazi per il gioco libero. Tutto questo al costo di 10 euro per un’ora e mezza di divertimento costruttivo. Chocoland è aperto per tutta la giornata di sabato 17 e domenica 18. L’età minima per entrare a Chocoland è di 3 anni; quella massima? Nessuna! Non esiste un limite di età per divertirsi!
www.salonduchocolat.it ;     www.facebook.com/sdcmilano
#salonmi2018

You must be logged in to post a comment Login