Giarre / Inaugurato l’anno sociale del Lions. Grande entusiasmo per l’ingresso di sette nuovi soci

Una serata lunga ma ricca di soddisfazioni quella svoltasi nell’elegante sala dei Giardini di Villa Fago, in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno sociale del Lions club Giarre-Riposto, presieduto da Salvino Barbagallo.

Una cerimonia impreziosita dalla presenza del Governatore Vincenzo Leone, del segretario e del vicecerimoniere distrettuali, Paolo Valenti e Giovanni Giordano, del past governatore Vincenzo Spata, del presidente e del segretario di circoscrizione Venerina Trassari e Giuseppe Camarda, dal presidente di zona Salvatore , oltre ai numerosi ospiti, presidenti ed officers di club, il sindaco di Mascali Luigi Messina e l’assessore Carlo Copani in rappresentanza del sindaco di Riposto Enzo Caragliano.

L’ingresso di sette nuovi soci ha portato grande entusiasmo: si tratta dell’imprenditore Francesco Camarda, dell’ing. Alfio Casella, del dott. Rosario Calì e di quattro splendide signore che hanno colorato di rosa la serata: la prof. Angela Malfitana, la dott.ssa Antonietta Panebianco, la dott.ssa Nuccia Cristaldi e la dott.ssa Angela Zappalà.

Per il tema della serata, dedicata alla tutela e salvaguardia dell’Ambiente, il presidente Barbagallo ha preso spunto da un proverbio Masai: “Trattiamo bene la terra su cui viviamo: essa non ci è stata donata dai nostri padri, ma ci è stata prestata dai nostri figli”.
A relazionare su questo importante service sono stati il gelogo Domenico Bella, l’ing. Giacomo Di Martino, socio del sodalizio giarrese, ed il coordinatore del tavolo “Etnambiente” dott. Christian Liistro, i quali in maniera brillante hanno esaminato alcune problematiche relative all’inquinamento proponendo soluzioni ed invitando i presenti a fare nel quotidiano la propria fondamentale parte.

Il socio ing. Filippo Caponnetto ha quindi presentato le iniziative che saranno svolte nel corso dell’anno sociale, in ossequio alle direttive ed ai service internazionali e soprattutto con interventi mirati nel territorio.

Nel corso della serata, previa apposita presentazione da parte del socio prof. Nicolò Mineo, il past-presidente del club arch. Antonino Anastasi ha consegnato all’arcivescovo emerito mons. Giuseppe Costanzo il Premio Lions attibuitogli nel precedente anno sociale.

Due premi speciali sono stati altresì consegnati a due “pilastri” del Lions club Giarre-Riposto: un Melvin Jones chevron al rag. Antonino Sgroi, da 42 anni nel sodalizio e socio fondatore, ed un riconoscimento a Maria Bella, decana del club sempre presente, assidua e prodiga di consigli dettati da saggezza, esperienza e passione. Un esempio per un vero Lion!

Mario Vitale

 Responsabile della Comunicazione