Giarre / S’è dimesso il sindaco Bonaccorsi: “Sono l’unico baluardo dell’indipendenza di questa città”

Con una nota, depositata ieri mattina, martedì, all’ufficio protocollo del Comune, il dott. Roberto Bonaccorsi ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico di sindaco di Giarre.

Roberto Bonaccorsi

Roberto Bonaccorsi

Dopo la revoca del mandato a tutti gli assessori in carica, avvenuta lo scorso 17 febbraio con propria determinazione, questo è l’epilogo di una crisi protrattasi per diversi mesi, che comunque non investe solo l’organo amministrativo apicale ma riguarda l’intero Consiglio comunale. Melius: è sotto gli occhi di tutti che i vari spostamenti e “cambi di casacca”, in Consiglio comunale, alla ricerca di un’alleanza più o meno credibile al chiaro di fine di ottenere qualche poltrona, hanno portato alla fine di un’esperienza che un fine tecnico come Bonaccorsi, dalle indubbie capacità professionali, a detta di alcuni non avrebbe saputo ben gestire forse per la mancanza di quel pizzico di diplomazia (non ipocrisia!) in più necessaria a chi voglia far politica.

“Articolo 4 insisteva per una soluzione politica – ha precisato Bonaccorsi – ma se stravolgi il mandato che ti hanno dato gli elettori non puoi che ritornare al popolo. Sammartino?  Rappresenta l’ultima tappa di una linea che considera Giarre come una colonia. Ritengo la mia decisione un atto di rispetto nei confronti dei cittadini, di Giarre, della volontà popolare emersa dalle ultime elezioni, volontà che non è più possibile stravolgere. Lascio con la consapevolezza di essere l’unico baluardo dell’indipendenza di questa città. Nei prossimi giorni racconterò come sempre la verità”, ha promesso ai giarresi l’ormai ex sindaco.

Nella lettera indirizzata al Prefetto di Catania, all’assessorato regionale delle Autonomie locali e della Funzione pubblica, al segretario generale, al presidente del Consiglio comunale e a tutti i consiglieri, oltre a rassegnare le proprie dimissioni, Bonaccorsi ha chiesto di procedere con sollecitudine alla nomina di un “commissario straordinario”.

Mario Vitale

Please follow and like us:
Posted by on 23 marzo 2016. Filed under Comuni,Cronaca,Giarre,In evidenza,Politica,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
21 × 20 =