Giornata pro orantibus / Preghiamo con chi dedica la vita alla preghiera

Dalla stima che la Chiesa ha verso le vocazioni di vita contemplativa, dal 1953 è nata la Giornata Pro Orantibus istituita da Papa Pio XII, in occasione della memoria liturgica della Presentazione di Maria al Tempio. Il termine latino Pro Orantibus, cioè, per coloro che pregano, indica in special modo tutte le vocazioni contemplative religiose di clausura. Papa Francesco nell’Udienza generale del 20 novembre dello scorso anno ricordava “ La Giornata Pro Orantibus, dedicata al ricordo delle comunità religiose di clausura, è un’occasione opportuna per ringraziare il Signore del dono di tante persone che, nei monasteri e negli eremi, si dedicano a Dio nella preghiera e nel silenzio operoso.

Non facciamo mancare a questi nostri fratelli e sorelle il nostro sostegno spirituale e materiale, affinchè possano compiere la loro importante missione…”.

pro orantibus (380 x 456)correttaLa Giornata Pro Orantibus evidenzia il valore delle vocazioni claustrali e contemplative rilevandone la loro singolare importanza. Spesso diventa opinione distorta tra diversi credenti, il concepire tali vocazioni oggi, poco efficienti, in un mondo in cui l’attività occupa posti di rilievo. Tale affermazione denota certamente una palese ignoranza riguardo il valore essenziale ed unico della preghiera e del nascondimento. In un tempo in cui l’apparire, l’affermarsi, il sopraffare ecc. sono diventati un po’ lo stile di vita, la scelta nobile di persone che chiamate da Dio ad una particolare vocazione, scelgono nel silenzio e nel nascondimento di pregare per gli uomini e per la Chiesa, per alcuni diventa incomprensibile. Eppure, quanta ricchezza porta in sé una vita intrisa di profonda preghiera e di operoso nascondimento. Tutta l’attività dei diversi tipi di apostolato sono sostenuti proprio dall’offerta di questa preghiera.

La Giornata Pro Orantibus oltre ad avere la finalità di ricordare le monache e i monaci che vivono la vita di preghiera nei Monasteri, costituisce anche una valida occasione per dare un aiuto concreto ai Monasteri più poveri. Per tale finalità, il Segretariato assistenza monache, Ente ufficiale in stretto rapporto con la Congergazione per la Vita Consacrata, si occupa del sostegno alle monache bisognose di cure e delle Comunità claustrali che non hanno sufficienti mezzi di sostentamento. Tale sostentamento viene realizzato attraverso attività di segretariato, produzioni di biglietti augurali, edizione semestrale del Bollettino Pro Orantibus ed altro. Per tale finalità, il Segretariato, Assistenza, Monache, dà la possibilità, a chi volesse contribuire in tale assistenza, di acquistare il diverso materiale Pro Orantibus messo a disposizione, richiedendolo direttamente al loro indirizzo e-mail: assistenza.monache@ccscrlife.va o scrivendo alla loro sede: Segretariato Assistenza Monache Via della Conciliazione 34, C.A.P. 00193 Roma.

Richiedendo bigliettini o ciò che costituisce il materiale Pro Orantibus, si aiuta concretamente chi aiuta con tanta generosità.

Letizia Franzone

 

 

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 30 novembre 2014. Filed under Chiesa,Cultura,Società,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
7 + 15 =