Il prof. Nello Vecchio illustra il fascino del dialetto siciliano al Kiwanis di Acireale

La serata del 16 febbraio all’Hotel Orizzonte, a cura del Kiwanis Club di Acireale (presidente la dott.ssa Mariella Finocchiaro), è stata molto singolare per la varietà di motivi riguardanti la Sicilia.

kiwanis_2

Una serata particolare che non si dimenticherà più per la sua intrinseca piacevolezza, l’essenziale semplicità, la gradita opportunità d’incontrarsi con persone impegnate nella difesa dei valori fondamentali della vita. Serata incentrata sulla dotta e appassionata conversazione del prof. Nello Vecchio, ordinario di filosofia del linguaggio all’Università di Catania, sull’interessante tema del dialetto siciliano, attraverso un iter secolare, che da Dante Alighieri, il primo poeta a darne un giudizio positivo, conduce ai nostri giorni; viene associata ad un intermittente recital di poesie siciliane d’insigni autori – quali Meli, Guglielmino, Platania, Martoglio e così via – su recitazione di qualificati attori: Orazio Finocchiaro, Cettina Ardita, Maria Grazia Ardita e Alfio Vecchio. Acclamata la partecipazione del gruppo musicale “I beddi”, in attività dal 2008, composto da intraprendenti giovani acesi – Davide Urso ovvero “Il tamburo di Aci”, Giampaolo Nunzio, Mimì Sferrantino, Pier Paolo Alberghini contrabbasso -; alla ribalta, tipici strumenti siciliani – il marranzano, il mandolino, il tamburello – ed altri, l’organetto, la zampogna, il friscaletto, la chitarra; tutti si esibiscono in canti di Sicilia.

Anna Bella

Please follow and like us:
Posted by on 23 febbraio 2013. Filed under Appuntamenti,Cronaca,Cultura,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
38 ⁄ 19 =