Insegnanti cattolici / Verso la ricostituzione della sezione Uciim di Acireale, convegno il 29 maggio all’Istituto “San Michele”

 

L’Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi, che raccoglie anche Dirigenti, Educatori, Formatori, da circa quattro anni, infatti, non annoverava

Il preside prof. Giuseppe Patanè, presidente storico dell’Uciim di Acireale

più la sua sede acese; al fine di ricostituirla, le iniziative hanno già preso il via. Ma facciamo un passo indietro nel tempo, per risalire alle sue origini.

L’associazione nasce il 18 giugno 1944 a Roma, per volere del prof. Gesualdo Nosengo, che fu, tra l’altro, il primo insegnante di religione laico. Da allora la sua attività, volta alla crescita umana, si è diffusa sul territorio nazionale, all’insegna del perfezionamento morale, religioso, della formazione del personale che opera nella scuola. Tutto ciò è tradotto come attenzione verso gli altri, verso i giovani, nello specifico, che nella scuola formano sé stessi da un punto di vista didattico e personale, nonché ai docenti ed ai dirigenti, che a quelli si rivolgono quotidianamente. Da qui, l’impegno attivo sia a livello nazionale sia locale. Ne è testimonianza l’organizzazione di incontri di studio, la promozione di iniziative, volte non soltanto a formare ma anche ad aggiornare chi dà il proprio contributo nelle scuole e, quindi, all’interno del sistema educativo, dal punto di vista didattico, metodologico e disciplinare. I vari corsi e seminari, realizzati nell’arco del tempo, non hanno mancato di fornire, al tempo stesso, l’ausilio e la guida per raggiungere tal fine.

L’Uciim, che ha sede a Roma, aveva la sezione di Acireale operativa fino al 2013. Figura storica ne è stata quella del preside prof. Giuseppe Patanè, che fu presidente attivo della sezione e promotore di svariate iniziative. Egli pose attenzione al delicato ruolo del personale educativo e si adoperò per raggiungere numerosi obiettivi. A tale scopo, l’organizzazione di convegni nonché la preparazione ai vari concorsi giungeva da sostegno per chi si apprestava ad iniziare una professione che tanto richiede dal punto di vista dei contenuti e dei rapporti umani. Questo impegno costante, profuso per il mondo della scuola, è stato testimoniato anche da diversi articoli settimanali, scritti dallo stesso e pubblicati da la “Voce dell’Jonio”, testata della quale il prof. Patanè fu per diversi decenni uno dei pilastri culturali e giornalistici.

Il ripristino della sezione acese, retta nei suoi ultimi anni dal prof. Alfio Pistarà, docente di matematica, appare utile per continuare in tal senso una consistente attività, iniziata indietro nel tempo.

Nell’ambito degli eventi, volti alla riorganizzazione della sezione locale, si è inserito il seminario formativo, a tema “Educazione civica e multidisciplinarietà”, svoltosi lo scorso mese di marzo all’Istituto Comprensivo “Paolo Vasta” di Acireale. L’incontro, organizzato dall’Uciim regionale e provinciale, moderato dalla prof.ssa Rita Calderone, ha registrato una buona adesione di partecipanti. Un ulteriore appuntamento è previsto per il prossimo 29 maggio, nei locali di una storica scuola acese: l’Istituto “San Michele”, retto dai padri Filippini, che, probabilmente, costituirà la futura sede della sezione. Durante il convegno, tra le altre cose, sarà scelta anche la denominazione della costituenda sezione.

Tutto è pronto, dunque, affinché Acireale possa presto tornare ad essere sede di questa importante associazione.

Rita Messina

Please follow and like us:
Posted by on 20 aprile 2017. Filed under Chiesa,Cronaca,Cultura,In evidenza,Scuola,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
20 ⁄ 10 =