La 6^ “Festa del donatore” dell’associazione “San Marco” di Catania

In un comunicato stampa dell’Associazione donatori sangue “San Marco” di Catania sono evidenziati i successi conseguiti nell’ultimo anno dal sodalizio, anche se continua a sussistere l’emergenza sangue:

 

Giunta alla sua sesta edizione, anche quest’anno, come ogni anno, riscuote un grandissimo successo la “Festa del Donatore” organizzata dall’Associazione San Marco Onlus Donatori Volontari sangue, che si è svolta sabato scorso al Centro Fieristico “Le Ciminiere” di Catania.

Una serata, condotta da un insuperabile Ruggero Sardo, all’insegna del divertimento ma, soprattutto della solidarietà e della voglia di aiutare chi ha bisogno.

Ad aprire il palcoscenico de “Le Ciminiere” il gruppo musicale “Le Dach” che si sono esibiti con un vasto repertorio coinvolgendo il pubblico presente; dopo la performance canora delle tre artiste siciliane il presidente dell’Associazione San Marco, Antonio Mazzone, ha dato un saluto di benvenuto ricordando, nel suo discorso la storia dell’Associazione, i tanti passi in avanti che si sono raggiunti nel corso degli anni e ringraziando quanti, quotidianamente, operano presso il Sevizio Trasfusionale del Vittorio Emanuele e presso la sede di via Ofelia. “I volontari sono cresciuti quantitativamente e qualitativamente – dice il Presidente – ad oggi sono 4.800 dei quali, 550 entrati quest’anno, che hanno prodotto nel 2012, 5.050 sacche di sangue, 1.000 di piastrine e 450 di plasma. Per ottenere questi risultati, che ci pongono al primo posto tra le associazioni di volontariato sangue della nostra Provincia, ci sono voluti 11 anni di lavoro meticoloso e certosino da parte di tutto il gruppo, dirigente e non, che, nel tempo, si è andato formando”.

“Nonostante i tanti obbiettivi che sono stati raggiunti, – continua il Presidente – e tanti ci prefiggiamo di raggiungerne, l’emergenza sangue è sempre in agguato e ancora c’è tanto da fare per arrivare all’AUTOSUFFICIENZA ed è per questo che ognuno di noi deve fare da portavoce presso parenti, amici e conoscenti, colleghi per trasmettere la propria esperienza di donatore e partecipare all’abbattimento di quei tabù e pregiudizi di cui molti, purtroppo, sono ad oggi convinti”.

Dopo gli interventi del Presidente Antonio Mazzone, del Direttore Sanitario, dott. Giuseppe Castorina, del Direttore del Centro raccolta, dott. Francesco Paolo Maccarione e del nuovo Primario del servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale, dott. Sebastiano Costanzo, lo spettacolo continua con l’esibizione dei comici Marco Mazzaglia e Carmelo Caccamo, una miscela esplosiva di ironia, comicità e risate; ma non finisce qui, infatti, non poteva mancare la tradizionale tombola di beneficenza a favore delle missioni di Idodi e Mtwango in Tanzania dove, proprio quest’anno, l’Associazione ha ricevuto un importante riconoscimento: l’intitolazione, nella lontana Tanzania, di un intero padiglione all’interno della missione gestita da Suor Rita, Madre Superiora delle Suore Collegine di Palermo.

Ma il momento più importante della serata è stato quello della premiazione dei donatori che hanno effettuato più donazioni di sangue e suoi componenti che, quest’anno, sono stati ben 550, e quattro di loro, sono stati insigniti della medaglia d’oro per aver raggiunto e superato le cinquanta donazioni. I veri protagonisti della serata, infatti, sono stati proprio loro: i donatori che con i loro “piccolo” contributo hanno dato e continuano a dare, un grande aiuto a chi ne ha bisogno.

Per maggiori informazioni potete contattarci allo 095/7316265 oppure allo 095/315058 o inviando una e-mail a info@donatori-sanmarco.it.

Catania 27-12-2012

L’Addetto Stampa Monica Colaianni