La delegazione catanese del Fai promuove il recupero del “Bastione degli Infetti”

programma FAI 3e 4 ottobreCome ogni anno, il Fai delegazione di Catania -così annuncia una nota per la stampa-, presieduto dal capodelegazione prof.essa Antonella Mandalà, promuove il suo progetto “I Luoghi del Cuore” basato su un censimento dei luoghi più amati dagli italiani e segnalati dal FAI Centrale attraverso voti di preferenza.
La delegazione Fai di Catania, incoraggiata dal successo dell’iniziativa che ha premiato con il contributo di 22.000 euro il recupero dell’Edicola dei Giornali di Piazza Vigo ad Acireale, tenta di accedere anche quest’anno al contributo messo in palio per  il Fai da Banca Intesa S. Paolo promuovendo il “Bastione degli Infetti” di Catania.
Costruito nel 1550, sotto il regno di Carlo V, il Bastione degli Infetti è il più integro degli undici bastioni i cui venne munita la città a scopo difensivo (sette sono del tutto scomparsi, di quattro se ne intravedono dei frammenti limitati), ma non sono molti i catanesi che ne conoscono l’esistenza essendo inglobato nella maglia urbana, di povera qualità, del Quartiere Antico Corso.
“Il recupero del Bastione degli Infetti – dice il capodelegazione Antonella Mandalà-  avrebbe una duplice funzione; una culturale facendo riemergere e dando valore ad un bene che fa parte della millenaria storia cittadina; un’altra sociale perché si donerebbe ad un quartiere trascurato dalle istituzioni uno spazio di aggregazione per anziani e bambini  e uno luogo silenzioso e lontano dai pericoli e dal traffico stradale dove, solo se ci si potesse sedere, si resterebbe volentieri a leggere un libro”.
Il bastione necessita di limitati interventi al suo interno. All’esterno l’intervento consisterebbe nell’acquisizione di alcune casupole fatiscenti, alla loro demolizione e nella messa in vista del bastione esterno, attualmente non visibile.
Venerdì 3 ottobre, alle ore 18.30 -conclude il comunicato stampa-, alla testata nord di via Antico Corso, di fronte alla Torre del Vescovo, vicino all’Ospedale Santo Bambino, il Fai delegazione di Catania presenterà l’iniziativa e inviterà i responsabili delle associazioni e i loro associati a votare per il Bastione degli Infetti. Quel giorno, dalle ore 16.30 sarà possibile visitare il Bastione, fino a sera inoltrata, e nel pomeriggio di sabato 4 ottobre, grazie all’attività organizzativa del “Comitato Popolare Antico Corso”.

Oltre al Bastione degli Infetti é possibile votare anche altri Beni segnalati dai comitati promotori Fai attraverso internet:
– entrando nel sito http://iluoghidelcuore.it/vota cliccando CATANIA e poi BASTIONE DEGLI INFETTI nella tipologia “Siti archeologici”.

Please follow and like us:
Posted by on 2 ottobre 2014. Filed under Cronaca,Cultura,In evidenza,Società,Storia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
16 + 7 =