L’acese Marinella Sciuto nel direttivo del Meic

La presidente del Meic acese (Movimento ecclesiale di impegno culturale), Marinella Sciuto, docente ordinario di filosofia e storia nei licei, è stata eletta tra i 18 consiglieri del direttivo nazionale del movimento  per il triennio 2011-2014. L’undicesima assemblea nazionale del Meic – informa una nota dell’Ufficio comunicazioni sociali della Diocesi di Acireale, si è svolta a Roma con la partecipazione di 258 delegati provenienti dai 95 gruppi del Meic presenti sul territorio italiano.

Sono intervenuti, tra gli altri, il presidente nazionale  Carlo Cirotto, Antonio Pieretti filosofo del linguaggio dell’Università di Perugia, Luigi Accattoli giornalista vaticanista, Piero Tani economista, Simona Borello esperta di comunicazione. Del gruppo di Acireale hanno partecipato Marinella Sciuto presidente e, nella qualità di delegati, Annamaria Cutuli e Santo Toscano. Il tema scelto per l’assemblea è stato: “Le parole della verità. Meic, culture e fede.” “Attraverso l’esame dei diversi linguaggi – hanno scritto i direttori don Marco Catalano e Mario Di Prima –  è emersa l’esigenza di accrescere, in coloro che sono impegnati da credenti nel servizio culturale, la consapevolezza di conoscerne e comprenderne le strutture per sapere comunicare la verità evangelica in un contesto plurale e diversificato.”  

Carlo Cirotto, nella sua relazione introduttiva ha detto: “Il compito affidato all’uomo, non solo nel campo religioso ma anche in quello più genericamente socio culturale, è di far crescere l’unione, non malgrado la differenza, ma grazie al confronto anche radicale di opinioni che, solo così, hanno modo di misurare se stesse.” Il compito di interpretare le deliberazioni e gli orientamenti espressi dall’assemblea, traducendoli in un programma organico di lavoro, spetta, secondo lo statuto, al consiglio nazionale. La prima riunione del nuovo consiglio – è scritto nel comunicato stampa – porterà all’elezione del prossimo presidente nazionale.

Please follow and like us:
Posted by on 19 novembre 2011. Filed under Interviste. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
36 ⁄ 18 =