Belpasso / Le istituzioni con “Libera-Impresa” tra i banchi di scuola per educare alla legalità

Si è avuta la ripresa dei lavori, lo scorso martedì 21 ottobre alla Scuola media “Martoglio” di Belpasso, del progetto che vede protagoniste le scuole con l’associazione antiracket “Libera-Impresa onlus”, che ha affrontato le tematiche della legalità, dell’ottemperanza alle regole, della lotta al bullismo.

Tra i relatori:  la dirigente scolastica Anna Spampinato, il presidente dell’associazione Rosario Cunsolo, il sostituto procuratore della Repubblica di Catania Fabrizio Aliotta,  il comandante della compagnia dei Carabinieri di Paternò capitano Lorenzo Provenzano, il dirigente della Squadra Mobile di Catania Antonio Salvago, ed il  luogotenente della Guardia di Finanza Angelo Caruso.

I giovanissimi studenti partecipanti all'incontro

I giovanissimi studenti partecipanti all’incontro

La dirigente scolastica ha posto l’accento sull’importanza della collaborazione tra scuola e istituzioni in un percorso che prevede otto incontri nell’arco dell’anno, anche in altre scuole. Il dirigente della Mobile ha espresso il valore di questi incontri, rifacendosi ad una frase storica dello scrittore siciliano Gesualdo  Bufalino: “La mafia si combatte con un esercito di maestre”. Quindi, questi appuntamenti stanno a fondamento nell’accostare i giovani alle istituzioni e far sì che le future generazioni conoscano il sistema. Questo seminario sembra aver catturato l’interesse dei ragazzi e ciò emerge chiaramente dalle domande che gli stessi pongono ed è ancor più confermato dai feedback.

A tal proposito si è avuto l’intervento del luogotenente della Guardia di finanza, Caruso, che ha evidenziato come la materia fiscale, un tempo espressa solo da pochi e adulti, quest’oggi sia oggetto di discussione anche di adolescenti, dai quali si può magari ricavare un “modus pensandi” diverso, ma corretto.

A concludere la tavola rotonda il presidente dell’associazione “Libera-Impresa”, Rosario Cunsolo, entusiasta dell’esordio “dell’ora di legalità”, soprattutto per la partecipazione dei ragazzi (laddove emerge il desiderio di un mondo diverso da quello attuale con l’auspicio che il termine “legalità” non rimanga solo tale) e l’esaustività dei relatori.

Il prossimo appuntamento è previsto per il 19 novembre ad Adrano.

Maria Pia Risa

Please follow and like us:
Posted by on 23 ottobre 2014. Filed under Comuni,In evidenza,Scuola,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
9 × 24 =