Libri / Don Artime, rettor maggiore del Salesiani, racconta l’attualità di don Bosco in un volume-intervista

5x9ewpwsr8qL_s4In occasione del Bicentenario dalla nascita di San Giovanni Bosco (16 agosto 1815) la Libreria editrice Vaticana pubblica un volume sulla sua figura. “Don Bosco oggi” – questo è il titolo del volume in questione – vuole esser un omaggio ed un ritratto fedele del santo torinese, padre, amico e maestro dei giovani. Per fare ciò l’autore Angel Exposito, noto giornalista spagnolo, ha scelto di intervistare don Angel Artime, Rettor Maggiore dei Salesiani e X successore di Don Bosco, con lo scopo di raccontarlo e farlo conoscere. Il titolo “Don Bosco oggi” ci fa capire da subito che il suo spirito vive ancora nel cuore di ogni salesiano, nel mondo e nella storia. Non solo. Il fatto che sia il Rettor Maggiore, in quanto successore che da continuazione all’opera del padre fondatore, a raccontare Don Bosco diventa una sorta di “rafforzativo”: don Angel Artime oggi lo rappresenta. Egli risponde alle domande proposte dal giornalista “con idee moderne, con guardo lucido ed attuale, come un cittadino di questo secolo, ma con un rispetto devoto e sincero verso il passato”…. dimostrandosi – come ogni salesiano – “attratto” da Don Bosco. Il titolo si riferisce anche al suo carisma sotto una chiave di lettura attuale. All’interno dei 12 capitoli troviamo temi come: chi è stato Don Bosco, l’oratorio di Valdocco, la formazione e l’istruzione per i giovani, la figura di mamma Margherita, il sistema educativo preventivo, la sua vocazione, i salesiani nel mondo e Don Bosco comunicatore. A termine di ogni capitolo si trovano delle schede di documentazione di carattere storico per aiutare il lettore a capire le coordinate, i contesti e i tempi vissuti dal Santo.

Scrive il salesiano O. A. R. Maradiaga, apprezzando il lavoro compiuto, che la lettura di questo testo è come “una portata appetitosa in cui si possono distinguere ben gli ingredienti e i sapori, gli aromi e le spezie, conferendole un sapore di qualità indiscutibile. […] Avevo fame di leggere qualcosa di fresco, piacevole, coerente e articolato su Don Bosco. E l’ho trovato in questo testo”.

L’opera salesiana – definita da Paolo VI come un fermento – è come “un unico albero di vari rami e sotto la sua ombra prodiga e santa si ricrea e nutre il vasto mondo giovanile” (cito la prefazione). La figura carismatica di Don Bosco oggi continua ad esercitare fascino e ammirazione da parte di tutti coloro che si dedicano alla formazione umana.

Riccardo Naty

Please follow and like us:
Posted by on 28 agosto 2015. Filed under Chiesa,Cultura,In evidenza,Società,Spiritualità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
18 ⁄ 9 =