Libri / Pippo Scudero completa il suo “Filastroccario”: bambini e genitori gioiosamente insieme alla presentazione dell’ultima parte

E siamo arrivati agli ultimo tre mesi, l’autunno, le ore di luce che diminuiscono, i primi freddi, e quella dolce e piacevole atmosfera che prelude al Natale ormai vicino. Ma di cosa stiamo parlando, oltre a capire che è l’atmosfera autunnale la protagonista? Stiamo parlando della presentazione dell’ultimo libro del dott. Pippo Scudero, che completa la presentazione della collana di quattro volumi dedicata ai 365 giorni dell’anno.

Il suo filastroccario è una bella raccolta dei dodici mesi,  e nel susseguirsi delle stagioni è stata presentata al pubblico, sempre numeroso. Grandi e piccini sono stati coinvolti nella lettura delle filastrocche che il dott. Scudero ha dedicato a ciascun giorno dell’anno, citando il santo e mestieri antichi e moderni. Così hanno preso vita tante piccole storie che abbinano un nome ad un lavoro. Potete solo immaginare il puro divertimento dei più piccoli che, dopo aver detto il loro nome, prontamente sentono una filastrocca che in qualche modo li fa sentire un po’ protagonisti di quel giorno e di quella pagina. Il tutto magistralmente accompagnato dalle illustrazioni di Tiziana Longo, Maria Sole Macchia, Roberta Angeletti e Alida Massari.

L’ultima presentazione si è svolta nella libreria “punto e virgola” di Mario Leonardi  ad Acireale il 26 ottobre scorso. In questa occasione il Pippo Scudero è stato affiancato dalla professoressa Ilaria Di Pietra nel ruolo di presentatrice e relatrice dell’evento e dall’animatore conte Ivanoff per la gioia dei più piccoli e non solo. Uno spettacolo vedere cosa è successo nella tranquilla libreria che normalmente è un luogo silenzioso. Genitori e figli insieme al conte a suonare e cantare, in una allegra e contagiosa baldoria, piena di quel sano divertimento che nasce dalla spontaneità e innocenza dei più piccoli.

Pippo Scudero, solerte a cercare fra le pagine del filastroccario i vari nomi dei bimbi presenti, leggeva e cantava accompagnato dalla chitarra del conte Ivanoff, mentre i genitori battevano le mani al ritmo della musica. Prima della conclusione la professoressa Di Pietra ha relazionato sul libro del dottore Scudero, sottolineando l’importanza di scrivere per l’infanzia, lavoro quanto mai arduo ma anche pieno di eclatanti soddisfazioni vedendo le faccette felici dei bimbi presenti.

Ricordiamo che l’autore, stimato professionista acese (è medico psichiatra e psicoterapeuta) collabora con l’Agesci (Associazione guide e scouts cattolici italiani) di cui è stato responsabile regionale e nazionale. La sua passione per la scrittura e per l’infanzia lo ha portato negli anni a pubblicare tanti libri dedicati al mondo dei fanciulli e sicuramente il numero di queste pubblicazioni è destinato ad aumentare, perché chi scrive con il cuore e tanta gioia, che traspare in ogni presentazione, avrà sempre voglia di entrare nel magico mondo della fantasia.

 Gabriella Puleo

 

Please follow and like us:
Posted by on 28 ottobre 2017. Filed under Acireale,Comuni,Cronaca,Cultura,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 ⁄ 14 =