Libro Testimonianza / “Una forza di vita” presentato al “Cannizzaro”. Laura Salafia: “Fiduciosi e solidali”

«La vita è imprevedibile, può cambiare in un istante, però non bisogna mai avvilirsi di fronte al negativo che ci può riservare». È un messaggio di speranza quello con il quale Laura Salafia ha voluto concludere, ieri sera, mercoledì 3 gennaio, all’Unità Spinale dell’ospedale Cannizzaro, la presentazione del libro “Una forza di vita”, che raccoglie articoli a sua firma e sulla sua esperienza pubblicati dal quotidiano La Sicilia, oltre a due scritti inediti. «Vivere pienamente, non abbattersi mai, essere fiduciosi anche nel dolore, essere – ha aggiunto Salafia – soprattutto solidali nei confronti di chi ci sta accanto, perché attraverso l’amicizia, la rete che si può creare tra gli uomini, tutto può diventare meno difficoltoso. Io – ha concluso – vorrei ringraziare medici, infermieri, operatori e ogni persona con cui sono entrata in contatto in ospedale: mi hanno dimostrato semplicemente, anche con un sorriso, la loro vicinanza».

All’Unità Spinale, infatti – così una nota dell’ufficio stampa dell’ospedale – , dove è ancora seguita, Laura trascorse circa un anno e mezzo, dal dicembre 2011 al luglio 2013, dopo le cure al Montecatone Rehabilitation Institute di Imola. Il rientro a Catania fu possibile perché nel frattempo era stata aperta questa struttura dedicata alla cura delle persone con lesione midollare, che oggi «dà un’assistenza non solo in termini di riabilitazione ma anche sotto il profilo umano e sociale», ha sottolineato il direttore generale dell’Azienda ospedaliera, Angelo Pellicanò, anticipando che a breve, grazie a una convenzione con l’Irccs Bonino Pulejo, si aggiungeranno ulteriori posti letto di neuroriabilitazione di alta specialità e possibilità di cure più avanzate rispetto a quelle offerte finora.
Nel merito del libro, sono intervenuti il giornalista Giuseppe Di Fazio, presidente del comitato scientifico della Fondazione Dse (Domenico Sanfilippo editore) e autore della prefazione, che ha spiegato la genesi e il percorso del volume, e Domenico Ciancio, condirettore del quotidiano La Sicilia, che ha sottolineato la dimensione corale della pubblicazione e i legami personali creatisi con gli autori e i protagonisti della vicenda. La dott.ssa Maria Pia Onesta, direttore dell’Unità Spinale Unipolare, ha testimoniato come Laura sia sempre di aiuto e di sostegno nei confronti di quanti l’hanno in cura.
L’incontro, moderato dal giornalista Orazio Vecchio, addetto stampa dell’Azienda Cannizzaro, e partecipato da numerosi operatori, volontari e amici di Laura, è stato allietato dai brani musicali natalizi e spirituali proposti dal gruppo “Onde Verdi ‘72”.

You must be logged in to post a comment Login