Luoghi della fede 2 / L’abbazia di Chiaravalle Milanese fondata da San Bernardo

Il nostro monastero è stato fondato nel 1135 in un’area originariamente paludosa e incolta a pochi chilometri a sud di Milano. La costruzione fu voluta da san Bernardo e dalla popolazione milanese, dopo l’intervento del santo abate francese per dirimere la questione dell’elezione al papato di Innocenzo II, contrastata dallo schieramento favorevole all’antipapa Anacleto II.Abbazia45

L’abbazia risulta quindi filiazione dell’abbazia di Clairvaux (Ordine Cistercense), della quale san Bernardo era abate. Oggi rimane poco o nulla delle antiche strutture, ma la costruzione della chiesa attuale è iniziata tra il 1150 e il 1160, su una prima cappella originaria. Nel 1221 il vescovo Enrico Settala consacrò la chiesa ultimata. La torre campanaria, detta comunemente “Ciribiciaccola” risale al XIV secolo, la sala capitolare al XV. Gli affreschi interni sono opera prevalentemente dei fratelli Fiammenghini e risalgono all’inizio del XVII secolo.
Nel 1789 l’abbazia è privata della presenza dei monaci in seguito alle soppressioni della Repubblica Cisalpina. I monaci Cistercensi non torneranno fino al 1952, quando, per volere del cardinale Schuster, si ripristinò la presenza di una piccola comunità che diedeComunità14 ripresa alla vita regolare. Oggi la comunità monastica è composta da circa 15 monaci di cui 5 sacerdoti di cui uno Priore.

La liturgia segue il rito romano secondo la tradizione benedettina-cistercense con canto gregoriano. Tra le attività lavorative vi è la produzione pollame e uova, marmellate e miele, Aloe arborescens e rosari fatti a mano. Il monastero dispone di una foresteria per ospitare chiunque faccia richiesta di un breve periodo di ritiro e condivisione.

La comunità Circestense di Chiaravalle Milanese

You must be logged in to post a comment Login