Mascali si prepara a festeggiare solennemente il patrono San Leonardo

“Con gioia e fede ci prepariamo a celebrare la festa liturgica di S. Leonardo Abate, che quest’anno ricorre all’inizio dell’Anno della Fede voluto dal Santo Padre papa Benedetto XVI. Seguendo l’insegnamento di S. Leonardo, che attraverso la meditazione della Parola di Dio, ha accolto nella sua vita Gesù come il Messia, testimoniando e vivendo il Vangelo della carità, così noi dobbiamo cercare di accogliere Cristo Gesù nella nostra vita attraverso i sacramenti e l’amore per il prossimo, chiedendo a S. Leonardo la sua preghiera e la sua intercessione”. Con queste parole l’arciprete parroco della chiesa Madre dedicata a S. Leonardo Abate, padre Rosario Di Bella, ha voluto annunciare ai fedeli le giornate di festeggiamenti in onore del celeste patrono di Mascali S. Leonardo Abate, che raggiungeranno il loro culmine con la solenne liturgia del prossimo 6 novembre.

La Chiesa Madre di Mascali dedicata a San Leonardo

Tanti appuntamenti nel programma religioso preparato dall’arcipretura parrocchiale della parrocchia di Mascali e in quello ricreativo proposto dalla commissione festeggiamenti 2012 che, come le precedenti commissioni che si sono susseguite negli anni, ha reso omaggio al “santo protettore dei carcerati”. Da domenica 28 ottobre e fino al 5 novembre, alle ore 17.30, novenario curato da padre Rosario Di Bella. Il 1° novembre, nella giornata della solennità di Tutti i Santi, i 21 colpi di cannone segneranno l’inizio dei festeggiamenti in onore del santo patrono e l’apertura della secolare fiera del bestiame, quest’anno arricchita dalla “passeggiata cittadina a cavallo e calesse” curata dal comitato festeggiamenti 2012, presieduto da Giovanni Pellizzeri. Nella stessa giornata, in piazza Duomo, si svolgerà il raduno delle macchine d’epoca che sfileranno per le vie delle frazioni. Il 2 novembre, in occasione della commemorazione di tutti i fedeli defunti, nel primo pomeriggio padre Di Bella e i fedeli si recheranno in pellegrinaggio interparrocchiale dalla piazzetta di S. Antonino verso il camposanto. Domenica 4 novembre, in ricordo dei caduti in guerra, presso l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, presieduta da Michele Bartolotta, un corteo si recherà in chiesa per la celebrazione eucaristica e poi presso il monumento dei caduti di via Roma per rendere omaggio ai Caduti di tutte le guerre.

Martedì 6 novembre, festa Liturgica di S. Leonardo Abate, solenne pontificale presieduto da mons. Giuseppe Malandrino, vescovo emerito di Noto ed ex vescovo della nostra diocesi. Alle ore 18 trionfale uscita del simulacro del santo, salutata dalla tradizionale “Cantata” e da un tripudio di fuochi d’artificio. La celebrazione eucaristica delle 17 sarà invece officiata da don Alessandro Malaponte. Alla cerimonia parteciperanno le confraternite di “Maria SS. del Monte Carmelo” di Nunziata, “Beata Vergine Maria delle Grazie e SS. Alfio, Filadelfo e Cirino” di S. Alfio, “Arciconfraternita SS. Crocifisso in S. Pietro” di Acireale, “Arciconfraternita SS. Crocifisso e S. Andrea di S. Pietro” in Riposto e la “Confraternita S. Leonardo Abate” di Mascali. I fedeli e il simulacro del santo percorreranno in processione le vie del paese di Mascali e rientreranno in chiesa per poi traslare la statua del patrono sull’altare maggiore. Nell’ambito dei festeggiamenti in onore di S. Leonardo Abate, giorno 7 novembre, dalla piazzetta di S. Antonino si svolgerà un breve pellegrinaggio penitenziale di preghiera fino alla stele dove si trovava la chiesa madre sepolta nel 1928,  84 anni fa, a seguito dell’eruzione dell’Etna. Domenica 11 novembre una conferenza organizzata dalla confraternita “S. Leonardo Abate” di Mascali e dall’ “Associazione Mascali 1928”, presieduta da Leonardo Vaccaro, presso l’Oratorio parrocchiale Don Bosco, curata dal professore Antonino Alibrandi, tratterà il tema de: “La Fiera di S. Leonardo nella storia”. Le giornate di festeggiamenti si concluderanno martedì 13 novembre con l’Ottava della Festa. La santa messa vespertina sarà celebrata dal vicario generale della diocesi, mons. Guglielmo Gionbanco, e dopo la benedizione con le reliquie del santo la chiusura della cappella del santo segnerà la conclusione dei festeggiamenti per l’anno 2012.

Angela Di Francisca

 

 

Please follow and like us:
Posted by on 29 ottobre 2012. Filed under Appuntamenti,Interviste. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
5 × 6 =