Messina / L’opera musicale di Caruso e Brancato: il messaggio di pace del soldato-poeta Cervantes

Davanti ad uno straordinario pubblico, accorso per assistere allo spettacolo finale dello Sbarco di Don Giovanni d’Austria, svoltosi nella splendida cornice della scalinata di Palazzo Zanca, a Messina, è stato presentata in anteprima l’Opera musicale scritta da Enzo Caruso e Matteo Brancato, ambientata nella città dello Stretto, che ha per protagonista Miguel Cervantes e il suo soggiorno a Messina nel 1571.

Con il coordinamento scenico di Gianni Fortunato Pisani – si legge in un comunicato dell’organizzazione -, gli inediti brani sono stati interpretati da Margherita Smedile, Guillermo Lopez, Umberto Vita, Clara Santamaria, Stella Giardina e Gabriele Furnari Falanga.cor 2- Messina- Lepanto (2) (400 x 262)

Storia nella Storia, l’Opera racconta della permanenza a Messina della grande Flotta della Santa Lega, composta da 300 navi e 80.000 uomini tra principi, marinai, rematori e uomini di equipaggio e della storia d’amore tra due giovani: Maria, una ragazza popolana messinese e un personaggio della flotta che diventerà famoso con il nome di Miguel Cervantes. Un susseguirsi di emozionanti canzoni, i cui testi, brillantemente interpretati dai giovani attori-cantanti, sono stati accompagnati da suggestivi filmati per raccontare i sogni e le paure di che si accinge alla guerra con la paura di non tornare, la voglia di partire e la tentazione di restare, il dolore delle madri che piangono i propri figli (cristiani e musulmani) che andranno a morire in battaglia e la speranza di coloro che partono per cercare il proprio riscatto nella vana gloria.

Cervantes, personaggio universale e protagonista, è il poeta che, chiamato da Don Giovanni a scrivere in versi l’epica impresa, diventa il tramite attraverso il quale è possibile riflettere che l’epico scontro, la vittoria sul nemico, alla luce della storia fra Oriente e Occidente, non saranno mai risolutivi, ma uno dei tanti “Mulini a Vento” illusori, effimeri, inseguiti e combattuti dagli uomini.corret 2- Messina- Lepanto (1) (400 x 266)

Il coinvolgente spettacolo, i testi e i momenti scenici hanno più volte meritato il lungo applauso del pubblico e l’interesse dei partner Spagnoli e Greci, facenti parte della Rete euro-mediterranea ospite in questi giorni a Messina, che hanno manifestato l’intenzione di compartecipare ad una produzione internazionale dell’Opera e la sua rappresentazione nei porti delle città marinare europee coinvolti nello storico evento.

Il forte messaggio trasversale di Pace che essa promuove attraverso il richiamo alla Battaglia di Lepanto e al personaggio protagonista Miguel Cervantes, soldato e poeta a Lepanto,  la rende particolarmente interessante per gli attualissimi temi legati al dialogo, alla mediazione e alla pace nel Mediterraneo.

Così, come Notre Dame de Paris continua a promuovere nel mondo il nome di Parigi,  ci auguriamo che tale Opera, ambientata a Messina nel XVI secolo, possa veicolare nel mondo il nome di una città che con il suo porto è sempre stata, nella storia, strategico crocevia di rotte di mercanti e di incontro di culture.

 

You must be logged in to post a comment Login