Misterbianco / La scrittura come terapia al Premio letterario “Graziella Corso”. Tra gli autori anche il sindaco Di Guardo

I Misterbianchesi si raccontano con tanto amore e tanta voglia di comunicare, attraverso le pagine di un libro, raccontano emozioni, sentimenti, momenti di vita. Questo e tanto altro è stata la manifestazione che si è svolta presso il chiostro della biblioteca comunale “C. Marchesi” di Misterbianco.

Francesco Manna con Agata Sava

Francesco Manna con Agata Sava

Presentati da Agata Sava, ben 19 scrittori del territorio, alcuni affermati, altri alla loro prima esperienza, tra

Il pubblico nel chiostro

Il pubblico nel chiostro

cui anche il primo cittadino Antonino Di Guardo e l’assessore allo sport Federico Lupo, hanno catturato l’attenzione del numeroso pubblico con tanti momenti di riflessione e di commozione. A dare inizio alla serata, organizzata dall’associazione culturale “Graziella Corso”, il gruppo musicale degli Sideout che ha eseguito il brano “Scrivimi” del cantautore Nino Buonocore. Ottima scelta visto che il leitmotiv della serata sono state proprio le parole che sgorgano dalla fantasia o dall’esperienza di vita di chi si cimenta nella non facile impresa di scrivere un libro.

La serata ha visto anche la presenza di alcuni alunni della scuola media “Aristide Gabelli” di Misterbianco che hanno partecipato al premio letterario “Graziella Corso” con i loro elaborati. Questi lavori hanno dato vita ad un quaderno antologico, il primo di una lunga collana che è stato regalato agli studenti. E’ stata istituita anche una borsa di studio.

Alcuni libri degli autori presenti

Alcuni libri degli autori presenti

La scrittura come terapia, questo lo scopo del concorso, portando i ragazzi a riflettere scrivendo, per esternare quello che avviene nei loro tumultuosi cuori, che si stanno appena affacciando alla vita. Il presidente dell’associazione Francesco Manna, autore del libro “Graziella, storia di una donna “guerriera” sa bene come la scrittura possa essere una terapia importante in tanti momenti della vita, vivendo in prima persona il dramma della prematura scomparsa della moglie e madre dei suoi due figli. Scrivendo ha avuto la forza di elaborare il lutto e il tremendo vuoto lasciato dall’adorata moglie, coraggiosa e forte nell’affrontare la malattia che inesorabilmente l’ha portata alla fine della sua vita.

L’associazione culturale “Graziella Corso” si propone di divulgare manifestazioni culturali e seguire nel loro percorso i vari artisti, quindi oltre all’appuntamento al prossimo anno, con la seconda edizione del premio letterario e della presentazione degli scrittori misterbianchesi, l’associazione ha un fitto programma di appuntamenti che ruotano attorno alla vita sociale e culturale della città di Misterbianco e del territorio limitrofo.

Gabriella Puleo

Please follow and like us:
Posted by on 18 giugno 2015. Filed under Cronaca,Cultura,In evidenza,Società,Solidarietà. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
10 × 14 =