Mostre / Vizzini, “Suoni di terra”, fischietti in terracotta di maestri ceramisti fino all’1 maggio a Palazzo Trao

E’ stata inaugurata a Vizzini la mostra del fischietto in terracotta “Suoni di terra” ospitata presso la “Casa della Memoria e delle Arti” di Palazzo Trao
a cura dell’associazione culturale “Terra Erea” in collaborazione con i Musei Civici ed il patrocinio del Comune di Vizzini.
La residenza storica della famiglia nobiliare Trao, edificio tardo-barocco in cui Giovanni Verga ambientò la sua celeberrima opera “Mastro don Gesualdo” e diventata la “Casa della Memoria e delle Arti” ospita la mostra del fischietto “Suoni di terra”.
Nell’ambito della “Festa dei sapori e dei saperi” – informa un comunicato – i visitatori potranno apprezzare e riscoprire una delle nostre antiche tradizioni rielaborate dalle sapienti mani dei maestri ceramisti.
L’associazione culturale “Terra Erea” espone a Vizzini i pezzi della propria collezione donati da Grazia Maria Ambra, Fabrizio Brillantino, Maurizio Cataldo, Giuseppe Coffano, Gesualdo Cucuzza, Emadi, Vincenzo Forgia, Alessandro Iudici, Giacomo Lo Bianco, Mario Lodato, Concetta Modica, Riccardo Varsallon, Vincenzo Velardita , Giacomo Venniro e Ceramiche Sil.Va.
“Sono assai grato all’Associazione “Terra erea” – dichiara il sindaco di Vizzini, Marco Aurelio Sinatra – per averci dato l’opportunità di far conoscere il lavoro mirabile dei nostri ceramisti calatini che ci ripropongono, in modi diversificati, un giocattolo popolare, quale il fischietto in terracotta, che esprime, nella sua semplicità, una grande bellezza di forme e sentimenti. L’occasione della “Festa dei sapori e dei saperi” darà la possibilità ad un pubblico vasto di apprezzare questa espressione significativa del nostro artigianato artistico”.

Il gallo

Il gallo

“Abbiamo accolto nel nostro museo con grande entusiasmo la mostra itinerante sui fischietti di terracotta organizzata dall’Associazione culturale “Terra erea” perché ci è sembrata una iniziativa lodevole sotto molteplici aspetti – sottolinea Massimo Papa, direttore dei Musei Civici di Vizzini -.
Si tratta di far conoscere il giocattolo popolare più antico del mondo, che nelle sue mille declinazione, sin dalla preistoria, testimonia la fantasia popolare che ci trasmette, ancora oggi, nella sua semplicità e genuinità, sincerità di sentimenti e passione. E’ un mondo autentico che non può non farci emozionare di fronte alla società in cui viviamo fatta spesso di inautenticità – continua Papa -. Ecco: da queste forme di artigianato artistico popolare quello che va trasmesso, soprattutto ai giovani, non è tanto una pratica artigianale (che già cerca un futuro nella lodevole reinvenzione di forme consone al tempo attuale) ma lo spirito di un mondo passato, fatto di una comunicazione senza mediazioni distorsive che andrebbe assunto come codice inalterabile”.
“Ringraziamo il sindaco di Vizzini e il direttore dei Musei Civici per l’importante opportunità che ci stanno offrendo – spiega Omar Gelsomino, presidente dell’associazione Terra Erea – perchè auspichiamo che in occasione della “Festa dei sapori e dei saperi” migliaia di visitatori potranno conoscere ed apprezzare la tradizione dei fischietti e la maestria degli artigiani calatini”.
La mostra sarà aperta al pubblico, tranne il lunedì, dalla ore 9,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 20,30, visitabile sino al 1° maggio.
Per ulteriori informazioni è possibile scrivere alla mail: ass.terraerea@gmail.com oppure consultare la pagina Facebook “Terra Erea”.

Please follow and like us:
Posted by on 25 aprile 2015. Filed under Cronaca,Cultura,In evidenza,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
17 − 1 =