Nuovo direttivo per l’Ucsi Sicilia: il giornalista Giuseppe Vecchio riconfermato presidente

 L’Ucsi Sicilia si rinnova, a partire del nucleo dirigente che l’ha retta negli ultimi tre anni; conferme e novità, infatti, si registrano nella nuova dirigenza, che risulta così composta: presidente Giuseppe Vecchio, vice presidente Domenico Interdonato, tesoriere Salvatore Di Salvo, segretario Marilisa Della Monica, consiglieri  Laura Simoncini, Gianni Virgadaula, Renato Pinnisi, Pia Parlato, Orazio Vecchio, Luciano Bugliari e  Enzo Gallo. 
 L’assemblea elettiva, introdotta con la recita della “Preghiera del giornalista” scritta da mons, Angelo Comastri,  si è tenuta

Giuseppe Vecchio riconfermato alla guida dell'Ucsi siciliana

Giuseppe Vecchio riconfermato alla guida dell’Ucsi siciliana

all’Hotel Garden di Pergusa (Enna), presieduta dal presidente regionale uscente Giuseppe Vecchio. Vi hanno partecipato, tra gli altri, il componente della Giunta nazionale Gaetano Rizzo, i consiglieri nazionale Crisostomo Lo Presti e Marilisa Della Monica e tutti i presidenti delle sezioni provinciali e diocesane dell’isola.
Il presidente Vecchio ha sottolineato la peculiarità dell’azione dell’Ucsi all’interno del mondo della comunicazione e dell’informazione, in forza della sua natura di associazione ecclesiale e professionale insieme.
E’ stato ricordato il presidente onorario Carmelo Garofalo, scomparso alcuni mesi fa, fondatore dell’Ucsi in Sicilia, “grande esempio – ha affermato Giuseppe Vecchio – di cristiano e giornalista autentico”, persona che ha saputo coniugare i valori delle fede con quelli della professione”.
E’ stato esaminato e commentato positivamente  il progetto dell’osservatorio – laboratorio di mediaetica, che verrà presentato il 10 aprile prossimo nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana; è stata confermata la candidatura della Sicilia ad ospitare il prossimo congresso nazionale dell’Unione, candidatura proposta già in Consiglio nazionale. Giuseppe Vecchio, a proposito, ha comunicato l’incarico ufficiale che il presidente nazionale Andrea Melodia ha conferito a Salvatore Catanese per individuare la sede e verificare la fattibilità della proposta.           
Padre Paolo Buttiglieri ha ricordato l’elezione del nuovo Papa e ne ha tratteggiato brevemente la figura di pastore e guida semplice e umile.Sul piano organizzativo, è stato deciso di operare fattivamente per fare nascere le sezioni delle province di Trapani e Ragusa.
 Nel prossimo mese di aprile si attende la nomina, da parte della Conferenza episcopale siciliana, del nuovo consulente ecclesiastico regionale.