Floresta: concluse “Ottobrando” e sagra dei prodotti a denominazione comunale

Domenica 27 si è concluso “Ottobrando”, la sagra del comune Floresta che ha un tema diverso per ogni domenica di Ottobre. Vediamo i bilanci con il sindaco Dottor Sebastiano Marzullo, medico veterinario.

ottobrando_2013–          Ci descriverebbe un po’ come si articola la vostra sagra?

“ Ogni domenica il tema è stato diverso: fagiolini a crucchittu la prima, suino nero la seconda, la terza domenica i funghi e la quarta mele e castagne.

Tutti gli stand sono attivi dalle 10 del mattino fino alla sera e si può acquistare dai diversi produttori che espongono, poi abbiamo lo stand della proloco dove è possibile degustare  il piatto che festeggiamo quel giorno con un contributo minimo.”

–          Cosa ci dice dei prodotti esposti?”

“Si tratta di prodotti DE.CO. “Denominazione comunale”, che è un riconoscimento concesso dall’Amministrazione Comunale  che nasce per tutelare e valorizzare in primis la produzione tipica del mondo agricolo, ma anche i piatti della tradizione e alcuni prodotti artigianali di eccellenza. La De.Co., pur non essendo un marchio, rappresenta un riconoscimento legato alla produzione tradizionale del territorio che noi abbiamo sulla provola, sui fagiolini, e sulla carne di vitello o suino”

–          Ma oltre al cibo vedo le giostre e sento musica, avete pensato anche ai piccoli…

“si, oltre ai prodotti tipici c’è l’animazione, l’intrattenimento, la mostra micologica, la mostra fotografica e lo zoo domestico, tutte attività create per attrarre ed intrattenere i visitatori e farli stare bene… il segreto dell’Ottobrando è poi l’organizzazione e l’eleganza della manifestazione.

–          Cosa rappresenta Ottobrando per il vostro comune?

“Siamo il più alto comune della Sicilia,1275 metri, la finalità è quella di valorizzare il paese, promuovere i prodotti del territorio e creare l’economia che manca durante l’anno… Cerchiamo di richiamare visitatori che poi, dalle esperienze degli anni passati, torneranno a novembre e dicembre.”

–          Vi ritenete soddisfatti dei risultati?

“enormemente soddisfatti, settantamila persone distribuite in quattro domeniche e poi abbiamo avuto ospiti illustri, il presidente della regione Crocetta  la scorsa domenica, oggi Ardizzone ed Ingroia la seconda domenica… più di così?”

–          Economicamente invece come viene impostata la cosa?

“Il costo per il settanta per cento viene pagato dai commercianti che versano tale quota, circa ventiduemila euro, al comune che poi provvede ad organizzare l’evento. È chiaro che abbiamo le esperienze precedenti a nostro favore e siamo incentivati a continuare. Floresta è un comune che ha lavorato per sviluppare l’accoglienza, la domenica siamo tutti aperti e pronti a ricevere visitatori.”

Alessandra Distefano

Please follow and like us:
Posted by on 29 ottobre 2013. Filed under Cronaca,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
33 ⁄ 11 =