Parigi / Ancora paura in Francia. I vescovi: “Ringraziamo le forze dell’ordine”

“Coloro che garantiscono la nostra sicurezza sono obiettivi di varie forme di violenza. Li ringraziamo per il servizio che offrono alla nazione”. In queste ore di nuovo terrore a Parigi, il primo pensiero dei vescovi francesi si rivolge alle forze dell’ordine, impegnate a  garantire la sicurezza dei cittadini e a fare chiarezza per quanto sta accadendo in Francia. A esprimerlo è il segretario generale della Conferenza episcopale francese, monsignor Olivier Ribadeau Dumas, in attesa di capire – dicono alla Cef di Parigi – la matrice dell’attacco questa mattina al terminal Sud dell’aeroporto di Orly.
Poco prima delle 8,30 un uomo ha aggredito un militare dell’operazione antiterrorismo “Sentinelle” e gli ha rubato l’arma. L’assalitore sarebbe subito stato abbattuto, prima di riuscire ad utilizzarla: è stato ucciso – riferisce Le Monde – mentre si dirigeva verso un McDonald’s del Terminal Sud. Un’operazione di artificieri e poliziotti è in corso per escludere la presenza di eventuali ordigni o di altre minacce per la sicurezza. Tremila persone sono state evacuate dall’aeroporto. Lo spazio aereo è stato bloccato, i voli sono stati dirottati verso Charles de Gaulle  e i viaggiatori in arrivo all’aeroporto di Orly sono bloccati sui velivoli e non fatti scendere. In mattinata, poco prima delle 7 di questa mattina a Stains, Saint-Denis, a Nord di Parigi, un individuo ha aperto il fuoco durante un controllo stradale di routine, ferendo leggermente un agente al viso.  L’uomo è riuscito poi a fuggire su una Clio nera. Poi ha cambiato auto ed è salito su una Citroen-Berlingo. L’auto è stata ritrovata in un parcheggio di Orly, inducendo gli inquirenti ad indagare su un possibile legame tra le due sparatorie.  È ancora da verificare se i due fatti sono correlati. La commissione antiterrorismo francese ha comunque aperto un’inchiesta. Il 22 marzo 2106, esattamente un anno fa, a Bruxelles, in Belgio, due attentati presso l’aeroporto di Bruxelles e alla stazione della metropolitana di Maalbeek, rivendicati dall’Isis, hanno provocato 32 vittime.

M. Chiara Biagioni

Please follow and like us:
Posted by on 19 marzo 2017. Filed under Cronaca,In evidenza,Mondo,Società. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
7 × 11 =