Parrocchie / Giovani di Azione cattolica di Aci San Filippo in ritiro per riflettere su “Voi siete l’adesso di Dio”

“Voi siete l’adesso di Dio” è stato il tema guida per il ritiro spirituale tenutosi a Mongiuffi-Melia, nell’entroterra di Letojanni, in provincia di Messina, dal 19 al 22 agosto 2019. In questi quattro giorni giovanissimi e giovani dell’Azione Cattolica di Aci San Filippo si sono riuniti per trascorrere ore di preghiera, riflessione e sano divertimento nel meraviglioso santuario di Maria SS della Catena, immerso nella natura.

Le giornate sono state scandite dalle riflessioni del vice parroco don Arturo Grasso sull’esortazione apostolica post sinodale ai giovani e a tutto il popolo santo di Dio “Christus vivit“ di Papa Francesco.

«Cari giovani, non siete il futuro, siete il presente, l’adesso di Dio!» Essere giovani, ha spiegato il Pontefice, non può essere sinonimo di “sala d’attesa”. Lasciarsi plasmare da Dio per vivere  l’amicizia con Lui e con gli altri cosicché i giovani possano realizzare i loro sogni e le loro attese.

Suor Graziella, proveniente dalla Calabria, ha contribuito in modo determinante alla buona riuscita del ritiro, mettendo in risalto l’essere protagonisti dei giovani nel mondo dove sono chiamati a comprendere e a lasciarsi guidare dalla volontà divina. I ragazzi sono chiamati ad abbandonarsi a Dio ed al progetto unico che Lui ha per ciascuno di loro.

Durante gli incontri, tramite proiezione di alcuni video-testimonianza, hanno ammirato figure di santità giovanili che, nonostante abbiano sofferto a causa di malattie incurabili, non hanno mai perso la speranza e la fede in un Dio che non li ha mai abbandonati.

Un valido esempio è stato la Beata Chiara Luce Badano, una ragazza vissuta solo 17 anni, ma che ha lasciato un segno indelebile nel cuore di tutti coloro che l’hanno conosciuta o che ne hanno sentito parlare; è stata in grado di combattere la sua malattia con il sorriso, confortata dall’amore che provava per Dio.

Ciascun ragazzo ha compreso quindi l’importanza dell’agire adesso, di non rimandare ad un altro giorno, per evitare di cadere nel turbine di apatia che caratterizza questi tempi. I giovani devono  uscire da questo vortice impetuoso per prendere in mano la loro vita e farne un capolavoro sotto la guida luminosa di Dio.

Ylenia Consoli