Parrocchie / La festa di Maria Bambina a Santa Maria degli Angeli di Acireale nel segno dell’attenzione verso chi ha bisogno

Dopo il novenario di preparazione, alle prime luci del nuovo giorno, quello di domani,  sabato 8 settembre, il simulacro di Maria Bambina  sarà posto sull’altare maggiore per ricevere la devozione dei fedeli e riempire i loro cuori di gioia. La comunità parrocchiale di Santa Maria degli Angeli di Acireale ha atteso con grande fervore e partecipazione l’arrivo di una festa che, dal punto di vista liturgico, celebra la natività della Beata Vergine Maria.

Alle 6 l’apertura della Cappella darà inizio ai festeggiamenti, accompagnata da fuochi pirotecnici e un festoso scampanio. Questo l’aspetto gioioso che arricchirà la ricorrenza sacra, celebrata con la prima Messa della giornata, presieduta da padre Calogero Frisenda d. O.  Un evento atteso, come detto, che ha visto nei giorni precedenti l’impegno della comunità, per rendere il sentito momento di devozione anche appuntamento di solidarietà ed attenzione agli altri. Attenzione rivolta alle donne  in gravidanza  che hanno ricevuto la benedizione in occasione della santa Messa o quella prestata ai malati ed agli anziani della parrocchia, che hanno ricevuto la compagnia di chi ha voluto dividere con loro il proprio tempo. Ancora attenzione e sensibilità verso le famiglie bisognose per le quali è stata realizzata una raccolta di beni di prima necessità. Insomma la fede e la solidarietà, la devozione e la sensibilità, l’impegno individuale e la condivisione collettiva di un evento che tocca gli animi di chi lo ha saputo accogliere.

Dalle 8 fino alle 12 le celebrazioni eucaristiche si susseguiranno e chiuderà la mattinata la Supplica a Maria Bambina. Alle 16.45 il corpo bandistico “Orazio Sapienza” allieterà le vie della parrocchia e darà continuità ai festeggiamenti. Il momento clou avverrà quando il simulacro della “Bamminedda” sarà condotto in processione dalla chiesa verso alcuni punti della città: piazza Peppino Impastato (già piazza Cappuccini), viale Regina Margherita, via F. Mancini, Corso Umberto e piazza Duomo. Alle 20.30, mons. Giovanni Mammino, Vicario Generale della Diocesi di Acireale, celebrerà la messa in Cattedrale, al termine della quale si procederà a condurre il simulacro nuovamente nella sua chiesa.

All’interno dell’appuntamento sacro, ci sarà un momento particolare di musica, domenica 9, alle 20.30, con il concerto tenuto dall’ “Ensamble Acese”, nella chiesa stessa di Santa Maria degli Angeli. La maestra Vera Pulvirenti dirigerà il gruppo, impegnato nell’esecuzione di famosi pezzi con l’accompagnamento del violino, della viola e del pianoforte. Infine, mercoledì 12, il simulacro sarà nuovamente svelato agli occhi dei devoti, che potranno ammirarlo nell’arco di tutta la giornata, per la festa del Santissimo Nome di Maria. La celebrazione eucaristica della 19.30 chiuderà  questi intensi giorni di fervore religioso.

Rita Messina

You must be logged in to post a comment Login