Parte la Stagione Lirica 2011 al “Bellini” dopo il “sold out” per il Concerto di Capodanno

Il concerto di Capodanno al "Bellini"

Grande musica per l’anno nuovo al Massimo di Catania con il Concerto di Capodanno. Il maestro Manfred Mayrhofer sul palco del Teatro Bellini ha condotto l’orchestra in un programma che ha spaziato dalla ouverture de “Il pipistrello” alle “Storielle del bosco viennese”, dal “Valzer dell’Imperatore” al “Pizzicato-Polka”, da “Sul bel Danubio blu” alla celeberrima “Marcia di Radetzky”. Un repertorio classico per un concerto di grande effetto e molto apprezzato da un pubblico che ha preso d’assalto il botteghino e in breve ha fatto registrare il “tutto esaurito” in ogni ordine di posti. Serata di bella musica e di intense emozioni che ha visto protagonista indiscusso l’espressivo e simpatico maestro Mayrhofer che ha coinvolto il pubblico con il suo entusiasmo. Un concerto alla viennese. Il programma scelto per brindare al nuovo anno ha attinto dalle piu belle composizioni della famiglia Strauss e la bacchetta, quella di un vero e proprio specialista di questa musica, pure lui austriaco. Grande atmosfera e coinvolgimento per un evento che è diventato un appuntamento immancabile per Catania e il suo hinterland.

Giovanni Rinzivillo

Inteso concerto per il Natale al “Bellini” 

Intenso e coinvolgente il Concerto di Natale tenutosi giovedi 23 dicembre al “Bellini”. Concerto che ha visto impegnato il Coro del Teatro Massimo diretto da Tiziana Carlini. Musiche di W.A. Mozart (Ave verum corpus K. 618), J. Brahms (Ninna nanna, Guten Abend), V. Bellini (Credo), J. S. Bach (Jesu, bleibet meine Freude), F. X. Gruber (Stille Nacht), A. Tomarchio (Bammineddu balla, balla!), oltre che il celeberrimo “Adeste Fideles” e una ninna nanna cosacca, pezzi entrambi di autori anonimi. L’esecuzione dei brani è stata intervallata dalla lettura, da parte di due giovani allievi della scuola del Teatro Stabile di Catania, di testi e poesie dedicate al Natale. Il ricavato della serata è stato devoluto alla Caritas Diocesana di Catania.

Monica Trovato

Attesa per “Cassandra”. Parte la stagione Lirica 2011.

Grande attesa nel mondo musicale italiano, con la stampa nazionale, le testate specializzate, RaiTre, Sky Classica e le altre principali tv accreditate, con ospiti di spicco, per l’inaugurazione della Stagione Lirica 2011 che martedi, 11 gennaio, vedrà la prima esecuzione integrale in tempi moderni dell’opera Cassandra del compositore milanese Vittorio Gnecchi (1876-1954). La scelta del “Bellini” di mettere in scena la rarissima e controversa opera di Vittorio Gnecchi, che per l’ultima volta in Italia è andata in scena nel lontanissimo 1942 (Teatro dell’Opera di Roma), ha dunque suscitato un enorme interesse. Per il nuovo allestimento la regista tedesca Gabriele Rech ha immaginato di collocare il coro su un differente livello rispetto all’azione scenica, “in modo da concentrare l’attenzione sullo svolgimento del dramma familiare”, come lei stessa spiega nelle sue note di regia, realizzando una grande macchina che dominerà la scena e renderà palpabile e concrete tensione, eros, violenza, salvezza, redenzione, tutti tratti caratteristici dell’opera e delle tragedie di Eschilo e Euripide cui si rifà.

Giovanni Rinzivillo