“Ragazzi in transito”. Corso di Formazione per l’integrazione dei minori immigrati.

Considerare la diversità una ricchezza e acquisire nuove competenze per instaurare una comunicazione significativa con gli immigrati. Sono questi alcuni fra gli obiettivi che si pone il Corso di Formazione “Ragazzi in transito. Accoglienza e formazione alla cittadinanza per i minori stranieri” promosso dall’Ente Attività Sociali di Acireale, in collaborazione con il consorzio “Connecting People” e con il consorzio “Il Nodo”, e dal Centro di cultura per lo sviluppo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Nell’ottica della solidarietà e dell’accoglienza, nasce l’esigenza di intervenire a favore dei minori immigrati di seconda generazione che, pur essendo nati o cresciuti in Italia, hanno un bagaglio di culture ed esperienze familiari diverse dalle nostre che molto spesso si traducono in una strenua difesa delle tradizioni e in una chiusura a priori che preclude loro l’opportunità di accedere alle stesse possibilità di istruzione e lavoro dei coetanei di nazionalità italiana. Gli strumenti necessari per organizzare forme di comunicazione ed integrazione adeguati costituiscono il fulcro del corso che consta di quattro moduli: il fenomeno immigratorio e il trattamento giuridico del minore straniero; Servizi Sociali e Scuola di fronte alle sfide della società multietnica e dell’integrazione dei minori stranieri; la Comunicazione transculturale nella relazione di aiuto; l’accoglienza del minore straniero.

La direzione scientifica è affidata al Prof. Giovanni Giulio Valtolina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e fra i docenti si annoverano Rodolfo Giorgetti, Dirigente responsabile immigrazione di Italia Lavoro, Federico Lupo, responsabile della comunità alloggio per minori del Consorzio “Il Nodo”,  Stefania Congia, Dirigente Divisione delle Politiche di integrazione e tutela dei minori stranieri del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e Maria Francesca Pricoco, Presidente del Tribunale per minorenni di Catania.

Il corso ha una durata di tre mesi ed è rivolto agli educatori, ai psicologi, agli operatori di comunità e di strutture di accoglienza per ragazzi stranieri, agli Enti Locali ed alle organizzazioni che intervengono a favore di minori stranieri, e a tutti gli interessati ai temi dell’interculturalità.

Le iscrizioni potranno essere effettuate entro la fine di ottobre nella Segreteria del Centro di Cultura per lo Sviluppo di Acireale sita in c.so Savoia, 104.

 Chiara Principato

Please follow and like us:
Posted by on 26 ottobre 2012. Filed under Iniziative,Solidarietà. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
24 × 19 =