Ricordo / Don Roberto Strano: “Don Attilio Gangemi, innamorato del Seminario e della Parola”

La notizia della morte del carissimo padre Attilio Gangemi, mi raggiunge all’inizio di questo nuovo giorno, al termine della preghiera mattutina. Un grande senso di tristezza e di dolore pervade il mio animo. Attilio è stato il Rettore del Seminario dei nostri tempi e docente di Esegesi biblica allo Studio Teologico San Paolo di Catania.

Attilio è stato un servo della Parola. Non riesco ad immaginarlo se non con il testo del Nuovo Testamento, rigorosamente in Greco e gli immancabili fogli dove continuamente scriveva le sue esegesi (definite nel 1991 da padre De La Potterie encomiabili). Da studioso – come direbbe mons. Costanzo – ha lavorato sulla Parola, da orante si è lasciato lavorare dalla Parola. Chi di noi potrebbe mai dimenticare le sue appassionate e profonde riflessioni la sera in Cappella, il suo amore per i salmi che ci faceva declamare con una lentezza unica perche’ comprendessimo il significato e il senso. Alla luce della Parola ha preparato i futuri sacerdoti, spendendosi per loro. La Parola che diventava Pane sull’altare sono stati i pilastri della formazione.

E’ stato un Sacerdote esemplare. Innanzitutto per la sua profonda umanita’. La sua comprensione degli altri e’ stata piena. Un uomo generoso. Attilio viveva da povero non perche’ quanto possedeva lo conservasse in banca, ma perche’ lo donava. E’ stato il benefattore piu’ generoso del Seminario Diocesano. Lasciava all’amministratore il suo stipendio dello Studio Teologico per quegli alunni che non potevano pagare la retta. Con le offerte che riceveva da conferenze e incontri vari per ben due volte porto’ in Terra Santa i seminaristi a sue spese. Potremmo a lungo continuare ad elencare i suoi gesti di carita’ che mai fece pesare.

Concluso il servizio di rettore del Seminario scelse l’Oasi Maria SS.ma Assunta come sua abitazione e l’insegnamento dell’esegesi biblica a tempo pieno in quanto Docente stabile. Li continuo’ ad essere “Maestro” per tante generazioni di alunni che attingevano al suo sapere.

Riposa in pace caro Attilio, la tua memoria restera’ in benedizione. “Vieni servo buono e fedele, entra nella gioia del tuo Signore (Mt 25,21).

Don Roberto Strano