Riflessione / Mondo virtuale o mondo reale? Nascondersi dietro uno schermo o affrontare la vita così com’è?

Ai giorni d’oggi non si è del tutto in grado di cogliere le differenze tra mondo reale e mondo virtuale, tendiamo ad associarli e delle volte perfino a confonderli.

This is the worst date ever.

Se da una parte queste continue innovazioni ci permettono di fare dei passi in avanti, superare distanze, migliorare l’organizzazione delle giornate e contattare con facilità chiunque si voglia, in qualsiasi momento della giornata, dall’altra la situazione sembra essere sfuggita di mano, per paura di mostrare chi siamo, come siamo e ciò che pensiamo, come se ci si nascondesse dietro ad uno schermo, credendo di poter sempre tornare indietro, cancellando un messaggio su Whatsapp o riattaccando il telefono.

Si ha paura di mettersi in gioco credendo di poter avere un maggior controllo di sé dietro ad uno schermo, non capendo che in realtà, questo ci allontana sempre più dalla vita reale, dal continuo bisogno di interagire e scambiare idee liberamente guardandosi negli occhi.

Occorre capire che il mondo virtuale è come uno specchio, riflette solo ciò che scegliamo di mostrare, ma non sempre il vero.

Rosa Laudani

Rita Pavone

Immanu’El Raciti

(gli autori di quest’articolo sono studenti del Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale in alternanza scuola – lavoro a “La Voce dell’Jonio”)

You must be logged in to post a comment Login