S. Maria Ammalati / Il cammino della Misericordia. Presentato il “piccolo saggio” della nostra Letizia Franzone

Un saggio che cerca di riflettere sui diversi momenti dell’uomo e sull’esperienza dell’abbraccio misericordioso del franzone 1Padre. In “Il Cammino della Misericordia”, Letizia Franzone, teologa e collaboratrice di questa testata, pone la parabola del figliol prodigo come “catechesi” per riscoprire l’amore autentico in questo Anno Santo appena iniziato. Presentato lunedì scorso nella Chiesa di S. Maria degli Ammalati, il saggio si avvale di una nota del direttore della Voce dell’Jonio Giuseppe Vecchio e della presentazione di don Marcello Pulvirenti. Il direttore Vecchio nel corso della presentazione ha ribadito come “questo piccolo saggio è stato scritto con una semplicità straordinaria ma, al tempo stesso, con una profondità impensata”. “Letizia, in quanto teologa, è una persona che sa le cose di Dio”, ha aggiunto complimentandosi con l’autrice per l’iniziativa che risulta essere, ha sostenuto poi il direttore Vecchio, “una miniguida sulla strada della grande misericordia di Dio”. Il parroco Don Marcello Pulvirenti invece si è soffermato sui contenuti del saggio: “Ascolto, silenzio e comunione sono le dimensioni che descrivano bene la dimensione spirituale della parabola evangelica”. Si tratta di un piccolo saggio che parla dell’esperienza più grande della vita di ogni uomo: il perdono. “Quanto bisogno c’è nel cuore di tanti uomini di avere il coraggio di rientrare in se stessi” si chiede l’autrice nelle conclusioni dell’opera. Questo bisogno, secondo Letizia Franzone, può rinascere nella preghiera, luogo privilegiato di dialogo con Dio, dove ciascuno è chiamato a iniziare un personale cammino di misericordia.

Domenico Strano