Salute / La donna in menopausa, conferenza del consultorio di Acireale. Come vivere serenamente la nuova età

Organizzato dal consultorio familiare di Acireale, nella sala conferenze del distretto acese si è svolto l’incontro sul tema “Aspetti fisici e psicologici della donna in menopausa”. La scelta della data non è casuale perché il 18 ottobre coincide con la giornata dedicata, a livello mondiale, alla menopausa. L’incontro ha avuto inizio con l’intervento della ginecologa del consultorio acese dottoressa Venera Guarrera che si è occupata nel suo intervento di approfondire la tematica dal punto di vista medico, tenendo conto dei progressi fatti dalla medicina nel conoscere un periodo particolare della vita di ogni donna. A differenza di quello che si credeva anni fa non significa lasciare l’età della giovinezza, anche se arrivare alla soglia dei 50 anni significa essere più mature, ma non “vecchi”, come si è sempre pensato al sopraggiungere di questa fase.

Da sx: dott. Antonino Pittera, dott.ssa Venera Guarrera e l'ostetrico dott. Salvatore Bonanno

Da sx: dott. Antonino Pittera, dott.ssa Venera Guarrera e l’ostetrico dott. Salvatore Bonanno

Oggi la medicina dà la possibilità di affrontare serenamente questo periodo, grazie all’uso appropriato di farmaci e integratori che devono sempre essere usati sotto controllo medico e dopo gli opportuni controlli nelle strutture adeguate,  con personale qualificato, migliorando di molto la qualità della vita.

Dopo la dottoressa Guarrera, ha preso la parola l’ostetrico dott. Salvatore Bonanno, anche lui nell’equipe del consultorio acese. Il Bonanno ha trattato un altro tema poco conosciuto perché per pudore e riservatezza spesso se ne parla poco o non se ne parla affatto, la sessualità in età avanzata.
Essere in menopausa non significa annientarsi come donna, non essere più oggetto del desiderio del proprio compagno, o non poter iniziare nuove e gratificanti relazioni per chi è sola. La sessualità cambia, perché cambia la vita in generale nelle varie età. E’ vero che molte donne vedendo delle inevitabili modifiche del proprio corpo pensano di non essere più attraenti e certe coppie possono attraversare fasi delicate e complesse che possono  arrivare ad insanabili fratture, ma questo non può essere legato solo al periodo “menopausa”; spesso i problemi sono più profondi, magari covano da anni e basta un cambiamento per rompere equilibri che si credevano consolidati.

Infine, interessante ed esaustivo  è stato l’intervento dello psicologo dott. Antonino Pittera. Entrare nella mente dell’essere umano è sempre affascinante e a volte inquietante, ma quello che il dott. Pittera ha voluto sottolineare è l’importanza di costruirsi pian piano nell’arco della propria esistenza relazioni sociali, interessi, uno stile di vita sano fatto di sport, sana alimentazione e svaghi, interessi che alimentano  la mente e lo spirito della persona. Arrivare alla soglia dei 50 anni, avendo dedicato spesso la propria vita al marito, ai figli, magari ai propri genitori, può portare una donna ad essere demotivata e senza interessi e voglia di fare. I figli crescendo spesso si trasferiscono lontano, i genitori possono non essere più in vita e magari il proprio compagno ha coltivato nell’arco degli anni amicizie e interessi personali.
E’ difficile per una donna che attraversa una fase così delicata sollevarsi, cambiare stile di vita, ma non è impossibile. La montagna non si deve scalare solo in un giorno, pian piano però è possibile, e quindi con impegno e costanza e con l’aiuto di persone esperte si può fare molto e la vita può tornare ad essere vissuta con serenità.
L’incontro è stato seguito da un numeroso pubblico che ha posto ai medici, alla fine dei loro interventi, parecchie domande.
Sicuramente l’obiettivo del personale del consultorio acese che ha organizzato, è stato ampiamente raggiunto perché parlare e informare è fondamentale per sfatare miti e preconcetti ormai obsoleti.

Gabriella Puleo

Please follow and like us:
Posted by on 22 ottobre 2016. Filed under Acireale,Cronaca,In evidenza,Salute. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
26 − 20 =