Sanità / Si è celebrata al “Cannizzaro” la “Giornata del neonato pretermine”

Si è celebrata venerdì scorso la “Giornata internazionale del Neonato pretermine”.

Come si legge in una nota stampa dell’azienda ospedaliera “Cannizzaro” di Catania, l’Unità operativa di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro ha condiviso l’iniziativa con il fine ultimo di informare e sensibilizzare circa i rischi legati alla nascita prematura e sostenere in tal modo una educazione centrata sul bambino e la famiglia.

In Italia si registrano 32 mila nati pretermine ogni anno, cioè prima della 37ma settimana di gestazione (pari al 6,7% dei 474.000 nati), che si trovano a sostenere problemi non indifferenti. La Neonatologia del “Cannizzaro”, specializzata proprio in gravidanza a rischio, abbraccia annualmente qualcosa come 500 neonati (fra cui 1.400 nati) di cui oltre la metà prematuri.

Per l’occasione, la Neonatologia del “Cannizzaro”, coordinata dal direttore dott. Pietro D’Amico, ha dato la possibilità ai nonni di andare a trovare i nipotini ricoverati dalle 16.30  alle 18.

Tra l’altro, in collaborazione con altre Uu. Oo. (unità operative) si è sostenuta l’iniziativa del “color mapping” che permetterà di vedere illuminati di viola il Palazzo di città di Acireale e un monumento di Catania.

Maria Pia Risa

Please follow and like us:
Posted by on 19 novembre 2017. Filed under Catania,Comuni,Cronaca,In evidenza,Salute,Società,Solidarietà. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
16 ⁄ 8 =