Santa Venerina / Con un ricco programma di animazione EnoEtna si conclude nell’ultimo week-end del mese

Nell’ultimo week-end del mese si conclude EnoEtna, importante kermesse enogastronomica.  La manifestazione è organizzata dal Comune di Santa Venerina, con il patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato del Turismo, dello Sport e Spettacolo; e con la collaborazione, tra gli altri, della locale Pro Loco, della Consulta Giovanile, dell’Associazione TriChoraLab, del G.A.L. Etna Terre dell’Etna e dell’Alcantara, dell’Istituto Professionale Alberghiero “Falcone” di Giarre,  e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Fermi – Eredia” di Catania.
Dopo l’intensa giornata di ieri, – informa una nota stampa -il primo appuntamento della giornata odierna è alle ore 9.30, con l’EnoGita alla scoperta delle eccellenze di Santa Venerina, in cui i ragazzi dell’associazione TriChoraLab accompagneranno i visitatori in un percorso storico culturale che prevede la visita della Cella Trichora di Santo Stefano, delle Cantine Murgo, della chiesetta della Tenutella e del Museo della distillazione per chiudere poi con il pranzo presso l’agriturismo “Il sentiero degli ulivi”.
I bambini non potranno mancare all’esplosione di colori e di gioia che regalerà la Festa dell’aquilone, organizzata dalla Pro – Loco di Santa Venerina  – UNPLI Catania, in programma alle ore 9.30, in Via Trieste – nell’area di Protezione Civile.
A partire dalle ore 16, nel “Ponti du vadduni” (parcheggio di via Trieste), EnoEtna ospiterà la terza edizione del “Palio delle contrade”, curato dall’associazione “Codice Siculo”, il cui progetto ambizioso è stato quello di trasformare il ricordo di un acceso campanilismo locale in più sana occasione goliardica e di spettacolo. I partecipanti dei vari rioni  sfileranno da piazza Regina Elena fino a piazza Roma dove avranno inizio i giochi delle nostre tradizioni locali: corsa coi sacchi, tiro alla fune ma anche giochi frutto dell’estro creativo dei soci dell’associazione “Codice Siculo” il cui leit motiv è nel segno di una riscoperta delle tradizioni e delle origini legate alla cultura della coltivazione della vite, della vendemmia e del  vino. Alle ore 21, in Piazza Roma, spazio alla musica con il concerto di Francesco Anselmo “Il gioco della sorte tour”.

Il Palio delle contrade

A partire dalle ore 9,30, si legge ancora nella nota informativa, nella Villa Comunale apriranno gli stand della mostra –mercato enogastronomica ed artigianale in cui sarà possibile trovare le eccellenze siciliane del gusto e dell’artigianato siciliano.
Alle ore 18, presso la Villa comunale, prenderanno il via i percorsi di degustazione dei vini DOC  dell’Etna a cura del Consorzio Tutela Vini Etna DOC. Novità dell’edizione di quest’anno è che i vini proposti in degustazione saranno solo etichette  appartenenti al consorzio Etna DOC.
Alle ore 20, spazio al cooking show a cura dell’Istituto Professionale Alberghiero di Giarre “Giovanni Falcone” in cui gli studenti, sotto la guida dei loro docenti saranno protagonisti dell’angolo “La scuola delle eccellenze. Dove il Sapere è Sapore”, pronti ad offrire ai visitatori indimenticabili preparazioni di primi piatti di cui sarà poi fornita la ricetta.
Presso lo stand dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Fermi – Eredia” di Catania, i produttori amatoriali potranno ottenere, gratuitamente, l’analisi istantanea di mosti e vini per la determinazione dei livelli di zuccheri ed acidi”.
Interessanti anche le cene a tema in cui  ristoratori della zona, in occasione di EnoEtna, propongono dei menu speciali ispirati al vino, all’autunno e alla manifestazione. A tal proposito il sindaco Salvatore Greco afferma: “L’intento di EnoEtna è  non solo di richiamare persone  ma anche  di fare apprezzare i prodotti e soprattutto i produttori che vi sono a Santa Venerina con ricadute positive che vadano oltre la durata temporale della manifestazione”.
L’assessore al Turismo Alfio Di Paola aggiunge: “Lo scorso fine settimana è stato un successo di pubblico con migliaia di visitatori giunti anche dall’hinterland e non solo. EnoEtna  con al centro il vino è una formula che funziona in quanto rappresenta anche un’occasione per scoprire sapori, odori, colori  e specialità della nostra terra d’Etna che ha caratteristiche uniche ed inimitabili. Insomma un volano per la nostra economia. Vi aspettiamo numerosi sabato e domenica!”
 Nella Casa del Vendemmiatore (dalle ore  18 alle ore 24) sarà possibile visitare le mostre “Le erbe spontanee dell’Etna” a cura di Adele Maugeri e “L’Etna, il mito e la storia nelle stampe antiche”, con immagini della collezione privata di Franz Riccobono e Marco Grassi.
Il programma di EnoEtna è consultabile sul sito Internet all’indirizzo www.enoetna.it o nella pagina Facebook EnoEtna.