Santa Venerina / Da oggi pomeriggio “EnoEtna”, vino ed eccellenze della Sicilia e del vulcano

Prenderà il via, oggi pomeriggio (21 settembre), alle ore 18, con l’apertura degli stand nella Villa Comunale di Santa Venerinainforma un comunicato dell’ufficio stampa del Comune -, la XXIII edizione di EnoEtna: la piazza delle eccellenze della Sicilia e dell’Etna.

La kermesse è organizzata dal Comune di Santa Venerina, con il patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea ed Assessorato del Turismo, dello Sport e Spettacolo;  con la collaborazione, tra gli altri, della locale Pro Loco, della Consulta Giovanile, dell’Associazione TriChora Lab,  del G.A.L. Etna Terre dell’Etna e dell’Alcantara, dell’Istituto Professionale Alberghiero “Falcone” di Giarre e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Fermi – Eredia” di Catania.  

Il taglio del nastro dell’importante mostra – mercato enogastronomica ed artigianale   è previsto,  per stasera, alle ore 20,  cui seguirà un intervento musicale del gruppo folk “Vecchia Jonia”.

A seguire, alle ore 20.30, sarà aperta la via dell’Arte in via Giovanni Mangano a cura della Consulta Giovanile di Santa Venerina che  ha bandito un concorso artistico dal titolo “Legàmi” per l’ideazione, la progettazione, la realizzazione e l’istallazione di un’opera d’arte avente carattere durevole  intesa a sviluppare  il tema delle relazioni umane da intendersi sia come dimensione  affettiva e sociale  che come   relazione con il territorio e l’ambiente vitivinicolo cui è connesso il nostro territorio. La domenica,  invece, la Via dell’Arte sarà visitabile per tutta la giornata, a partire dalle ore 10.   

Degustazioni, cene a tema, mostre, spettacoli, visite alle cantine, palio delle botti, palio delle contrade, passeggiate botaniche, laboratori per bambini, esposizione di carretti siciliani con al centro un protagonista indiscusso: il vino. Questo  e tanto  altro è EnoEtna.

La pinetina di piazza Roma ospiterà per i due weekend, di oggi e domani e di sabato 28 e domenica 29, le eccellenze siciliane del gusto e  dell’artigianato siciliano e una grande area degustativa di vini Doc dell’Etna curata da esperti sommelier.

“La manifestazione  – afferma il sindaco Salvatore Greco – presenta un programma ricco che risponde ai gusti di tutti: oltre alla centralità del vino con possibilità di degustazioni guidate a cura di sommelier molto preparati vi sono le eccellenze della Sicilia che sarà possibile trovare nei vari stand. Ma EnoEtna è  anche un’occasione per conoscere il territorio e a tal fine vi sono le enogite alla scoperta delle cantine e delle distillerie e dei siti di interesse culturale ed architettonico del nostro territorio. Non manca il folklore  con i due pali: delle contrade e delle botti”.   

Anche quest’anno è stata confermata la collaborazione con l’Istituto Professionale Alberghiero di Giarre “Falcone”. Gli studenti, sotto la guida del professore Rosario Cantarella,  saranno protagonisti di momenti di “Cooking Show” dal titolo   “La scuola delle eccellenze. Dove il Sapere è Sapore”, pronti a proporre ai visitatori, dietro acquisto di un apposito ticket,  gustose preparazioni  di primi piatti.  Un’occasione per gli studenti di scommettersi all’esterno uscendo fuori dal loro luogo abituale di esercitazione che sono i laboratori scolastici. Gli studenti, inoltre, forniranno ai visitatori le ricette dei piatti preparati, proposti in degustazione.

Come l’anno scorso, anche in questa edizione, ad EnoEtna, vi è anche la collaborazione da parte dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Fermi – Eredia” di Catania che si esplicherà nel campo della viticoltura e dell’enologia e della dimostrazione di cosmesi biologica con preparazione di gel all’aloe vera. Presso lo stand della scuola sarà offerta, gratuitamente, ai produttori amatoriali,  l’analisi istantanea del grado alcolico di vino e liquori, la determinazione del grado zuccherino di mosti e di vini e  la determinazione dell’acidità totale.  

Spazio anche agli spettacoli. Domenica sera (22 settembre), in piazza Roma, alle ore 21.30, si svolgerà lo spettacolo di Giusy Schilirò di Canti di Sicilia: suoni e ritmi della terra di Sicilia.

La domenica pomeriggio (22 settembre), a partire dalle ore 16, nel “Ponti du vadduni” (parcheggio di via Trieste), EnoEtna ospiterà la quarta edizione del “Palio delle contrade”, curato dall’associazione “Codice Siculo”, nato dall’intento di  trasformare il ricordo di un acceso campanilismo locale in più sana occasione goliardica e di spettacolo. Il palio sarà preceduto da una sfilata dei partecipanti dei vari rioni  con partenza da piazza Regina Elena in cui è previsto il raduno alle ore 15,  ed arrivo a piazza Roma dove avranno inizio i giochi delle nostre tradizioni locali: corsa coi sacchi, tiro alla fune ma anche giochi frutto dell’estro creativo dei soci dell’associazione “Codice Siculo” il cui leit motiv è nel segno di una riscoperta delle tradizioni e delle origini legate alla cultura della coltivazione della vite, della vendemmia e del  vino.   

Domenica mattina, con partenza da Piazza Roma alle ore 9.30,  vi sarà la prima enogita a cura dell’Associazione TriChoraLab presieduta da Rosalia Spinella, che proporrà un percorso storico – culturale  sul tema della viticoltura con visita al Museo del Palmento, alla Cella Trichora di Santo Stefano, per chiudere alla Tenuta Patrizia in cui sarà servito il pranzo  dietro un contributo di partecipazione. .

  Novità assoluta di questa 23^ edizione è la collaborazione con l’A.I.C. (Associazione Italiana Celiachia) con la presenza di un angolo food dedicato ai celiaci. Ne va fiero  l’assessore al Turismo Alfio Di Paola: “La manifestazione  – afferma – rappresenta anche è un’occasione per sensibilizzare sul tema dell’intolleranza al glutine di cui sono affette molte persone. Anche loro devono poter vivere la manifestazione e godere dei sapori e dei profumi delle nostre eccellenze partecipando a momenti di convivialità. Confermate, invece, le manifestazioni di particolare interesse come le mostre, le enogite, il palio delle botti e il palio delle contrade.  Attenzione anche agli spazi espositivi  con la previsione di tanti stand in cui sarà possibile trovare oltre ai vini anche molti manufatti artigianali ed anche altri prodotti tipici di qualità come pistacchio, fichi d’India, dolci. Il tutto nell’ottica di una promozione del territorio: non dimentichiamo, infatti,  che abbiamo un territorio eccezionale, unico al mondo  non soloper le sue bellezze ma anche per le sue caratteristiche climatiche, quindi il vino e i prodotti tipici sono un’occasione per veicolare e far conoscere il territorio”.

Gli stand della mostra – mercato in piazza Roma saranno aperti dalle ore 18 alle ore 24 nelle giornate di sabato e dalle ore 9.30 alle ore 24 nelle giornate di domenica.

Ogni sabato e domenica, sarà possibile visitare l’interessante mostra di piante tipiche dell’area etnea, a cura della dottoressa Adele Maugeri, dal titolo  “Arbores Aetnensis” allestita nella Casa del Vendemmiatore.

Per tutta la durata della manifestazione, inoltre, vi saranno l’esposizione e la sfilata dei carretti tipici siciliani e nelle giornate di sabato 21 e di domenica 22 e 29 settembre spettacoli di danza acrobatica, micro e grandi illusioni a  cura di Malù – il Fitness nel cuore. 

Il programma di EnoEtna è consultabile sul sito Internet all’indirizzo www.enoetna.it o nella pagina Facebook  EnoEtna.