Settembre 2014 – agosto 2015 / Dieci remake di questo tempo: i fatti più importanti della Chiesa e non solo

Ciascuno di noi sa bene che esiste una diversa scansione del tempo. Ad esempio c’è l’anno solare che comincia il primo gennaio e termina il 31 dicembre. E poi c’è l’anno lavorativo che orientativamente comincia a settembre per finire con la pausa estiva di agosto.
Da questa consapevolezza nasce l’idea di una serie di articoli inseriti sotto la rubrica “Remake”, letteralmente “adattamento”. In sostanza, abbiamo rivisitato i principali temi e avvenimenti che hanno caratterizzato l’anno lavorativo che ci lasciamo alle spalle. Dunque, da settembre 2014 sino ai primi giorni di questo agosto incandescente.
A dieci giornalisti del Sir il compito di scrivere altrettanti articoli su un tema centrale che ha caratterizzato questo tempo. Come è del tutto evidente, molti approfondimenti riguardano la vita della Chiesa: dal Sinodo sulla famiglia all’Anno della vita consacrata, dalla lotta alla pedofilia al viaggio di Papa Francesco a Strasburgo. Non mancano riferimenti al mondo con l’estendersi del Califfato in Medio Oriente e l’offensiva terroristica nel cuore dell’Europa. E ancora: il dramma delle migrazioni e il varo per l’Italia del Jobs Act. Per finire con le scoperte della robotica a favore dei disabili e un intrigante ritratto di AstroSamantha.
A modo nostro, abbiamo voluto ricordarvi i fatti salienti dell’anno lavorativo che va a chiudersi, ben consapevoli che l’autunno ci vedrà impegnati a raccontarvi con fedeltà la vita della Chiesa in tutte le sue sfumature. A partire dal Sinodo ordinario sulla famiglia (ottobre) e il Convegno decennale della Chiesa italiana (novembre) su “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”. Sarà sicuramente un bel raccontare, senza mai trascurare le priorità che Papa Francesco ci consegna: prima fra tutte lo sguardo sui poveri e sulle periferie dell’umano.

(Sir)

Please follow and like us:
Posted by on 10 agosto 2015. Filed under Editoriali,Primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
5 + 10 =