Speciale Acitrezza 4 / Due settimane ricche di eventi religiosi e culturali. Il Vescovo presiederà il rito di dedicazione

È un programma ricco di celebrazioni e di momenti dedicati alla riflessione ed alla cultura, quello messo a punto dal un-momento-di-comunitaparroco don Giovanni Mammino, insieme al consiglio pastorale parrocchiale, in occasione del 320° anniversario dalla benedizione della chiesa Madre di San Giovanni Battista. Si inizierà domenica 9 ottobre con la messa delle 10 celebrata da un frate minore di Assisi, animatore della “Missione giovani diocesana”, mentre alle 20 lo studioso di storia locale Saro Bella terrà una conferenza sulla nascita del borgo di Trezza. Il 10, l’11 e il 12, dopo la celebrazione eucaristica delle 19, si terranno incontri di catechesi che saranno tenuti rispettivamente da don Mario Arezzi, parroco di San Cosmo (frazione di Acireale) e direttore della Caritas diocesana che tratterà il tema “Essere Chiesa nella testimonianza della carità”, dal vescovo emerito di Ragusa monsignor Paolo Urso che si soffermerà su “Essere Chiesa in comunione e in missione”, ed infine “Il rito della dedicazione della chiesa e dell’altare” che sarà illustrato dal parroco della Basilica Cattedrale di Acireale e direttore dell’ufficio liturgico diocesano don Roberto Strano. Il 13 ottobre, vigilia della giornata solenne, al termine della veglia di preghiera il parroco svelerà ai fedeli l’altare e l’ambone in marmo di nuova e recente fattura. Venerdì 14, infatti, sarà il giorno del rito di dedicazione con la santa messa solenne che alle 18.30 sarà presieduta dal vescovo di Acireale monsignor Antonino Raspanti, mentre il giorno dopo sarà proprio il parroco don Giovanni Mammino, alle 19, a celebrare la prima messa nella chiesa dedicata a San Giovanni Battista. Domenica 16, alle 20, al termine della messa, padre Giovanni curerà la conferenza “La nostra chiesa, un tesoro da scoprire” nell’atmosfera che sarà creata dall’illuminazione speciale appositamente realizzata per il particolare evento. Da lunedì 17 a sabato 22 ottobre, invece, la celebrazione eucaristica vespertina sarà presieduta da sacerdoti particolarmente legati alla comunità di Aci Trezza, ovvero don Salvatore Coco, attuale parroco di Santa Maria La Stella, don Salvatore Scuderi, parroco di Cannizzaro, don Marcello Zappalà parroco della parrocchia Santissimo Salvatore di Acireale, nonché dal novello presbitero Andrea Sciacca, dal sacerdote domenicano padre Mario Pulvirenti e da don Orazio Greco, parroco della parrocchia Sacratissimo Cuore di Gesù di Acireale. Il programma, che si può già consultare sul sito web della parrocchia, si concluderà, domenica 23 alle 19, con l’arrivo in pellegrinaggio della comunità parrocchiale di Aci Castello e la santa messa presieduta dal parroco don Nino Merlino. Infine, coloro che dal 14 al 23 ottobre visiteranno la chiesa potranno ottenere l’indulgenza giubilare.

Davide Bonaccorso

Please follow and like us:
Posted by on 28 settembre 2016. Filed under Chiesa,Cronaca,Cultura,In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
32 ⁄ 16 =